lunedì 7 maggio 2018

"La mia opinione su Narratè"

Buonasera lettori e buon lunedì😊
Qualche settimana fa vi avevo parlato di Narratè, il brand che unisce il tè alla lettura, un brand che mi incuriosiva ma che ancora non avevo provato. Grazie all'ideatore di Narratè, Adriano Giannini, una persona gentilissima, ho potuto provarne alcuni 😍
Ecco la mia opinione.

Ho potuto provare quattro diversi Narratè i cui ingredienti potete trovarli nel precedente post dedicato al brand.

La tea bag è curata nei minimi dettagli perché ogni bag è protetta da una bustina di plastica e anche ogni miscela all'interno della storia è contenuta in una bustina di protezione.
Dopo aver bevuto il tè poi potete conservare la storia nella bustina di plastica in modo da non rovinarla e quando andrete a rileggerla potrete anche risentire il profumo della miscela😍

Il primo che ho provato è stato L'essenza del Buddismo con la storia scritta da Adriano Giannini.


Nei 5 minuti in cui il tè sarà in infusione potrete leggere in 11 pagine com'è nato il Buddismo, da chi, come si è diffuso, il suo significato e perché approcciarsi ad esso.
Alla fine troverete un mini glossario con i concetti chiave e i personaggi che rappresentano questa dottrina e in fondo al libretto se inquadrerete il QRCode con lo smartphone potrete ascoltare l'insegnamento che il Budda espose oralmente.
Ho trovato questo tè molto delicato e i sapori che predominano sono il tè nero e il sencha tè verde.

 "Se dovessi cercare una parola che sostituisce 'musica' potrei pensare soltanto a Venezia" 
(F. Nietzsche)

L'essenza di Venezia è una delle due miscele che ho amato di più perché il sapore predominante è quello dei chiodi di garofano, un sapore che non avevo mai provato in un tè e l'ho trovato buonissimo.
Leggendo il libretto scritto da Michele Gnesotto conosciamo la storia di Venezia e di com'è oggi, le sue bellezze, le feste, il significato della bautta, la maschera bianca di Carnevale, i luoghi da cercare, il dialetto usato e il carattere dei veneziani. Una piccola storia, appunto l'essenza, da cui traspare l'amore per questo luogo e la magia che ne suscita.
Alla fine della storia troviamo Venezia in breve, una pagina con le caratteristiche della città tra eventi, n°abitanti, il simbolo di Venezia e i segni particolari e un'altra pagina con alcuni posti insoliti da vedere, dove mangiare e bere qualcosa, dove trovare souvenir economici o di lusso. Queste due pagine le trovate anche nell'Essenza di Roma.

"Roma è un libro che non vuole essere letto, ma camminato"

L'essenza di Roma è l'altro tè che ho amato non solo per la sua miscela che sa di menta ed erba citronella ma anche per la storia scritta dallo psicologo Luca Notarianni che avrei voluto non finisse mai. E' raccontata in prima persona da un cicerone molto speciale che partendo da Piazza del Popolo ci porta tra le bellezze di Roma, tra storia, leggende, persone, colori e cibi usando il dialetto romano.
Mi ha fatto sorridere e mi ha fatto scoprire curiosità di alcuni posti in cui ero stata come ad esempio la vaschetta degli innamorati della Fontana di Trevi. Lo sapevate che la leggenda narra che per non separarsi mai dal proprio amato bisogna riempire d'acqua un solo bicchiere e dopo averlo bevuto bisogna romperlo?


 "La bambina al buio" è il tè che ho provato insieme ad un'amica perché con una bustina si possono preparare due tazze di tè. Entrambe abbiamo concordato che il sapore predominante è l'anice stellato. Un tè, anche questo, delicato.
La storia scritta dall'autore Roberto Piumini e illustrata da Cecilia Cavallini racconta, rivolgendosi al lettore in prima persona, la storia di una bambina che insieme al suo galletto andò a vedere come mai il sole quel giorno non era sorto.
I colori usati per le illustrazioni sono quelli della notte e del giorno.


Ogni storia può essere letta sia in italiano che in inglese. 
Vi consiglio Narratè per provare gusti particolari ma anche per leggere delle storie davvero interessanti.

Questo mese Narratè ha introdotto dei nuovi prodotti che vi illustro in breve😊

"L'essenza di Torino" è scritta dall'autrice Enrica Tesio ed è composta da tè nero, menta, nocciola, cannella, vaniglia, ibisco e assenzio romano; l'Essenza della Maremma è scritta dalla poliedrica Elena Guerrini ed è composta da tè verde, ginepro, petali di girasole, salvia, eucalipto e rosmarino; l'Essenza della Sicilia è scritta dall'autore Gian Mauro Costa ed è composta da tè nero, rooibos, arance, limoni, fiori d'arancio, pistacchi, rosmarino e infine "Un tè con Leonardo da Vinci" è scritto dal professore Luca Caricato ed è composto da tè nero, rooibos, cannella, vaniglia, cioccolato e cardamomo.
In più dal 15 maggio potrete comprare Assolo in edizione limitata con 5 o 28 tea bags contenute nella pochette, nel portagioie o nel beauty cube dove poi potrete anche conservare le storie, una bella idea vero?

Potrete trovare Narratè al Salone del Libro di Torino😃   Sapete già quali tea bags comprare?

 

2 commenti:

  1. Un'idea meravigliosa, quella di accostare il mondo del tè (una bevanda che consumo in grandi quantità, avendola sempre preferita al caffè) a quello delle storie! *____*
    E quanta precisione, nella tua splendida recensione... mi complimento davvero per il tuo gusto impeccabile! ^____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sophie *__*
      Anch'io preferisco il tè al caffè e mi piace scoprirne sempre di nuovi, a proposito, ne hai qualcuno da consigliarmi? :)

      Elimina