lunedì 29 agosto 2016

"Prime impressioni sul libro "Il club delle seconde occasioni" di Dana Reinhardt

 

Domani uscirà Il club delle seconde occasioni di cui vi ho già parlato lo scorso mese ma avendo avuto il piacere di leggere in anteprima i primi capitoli del libro ci tenevo a dirvi che ne sono rimasta piacevolmente colpita, ho letto la bozza in un soffio perché la storia è coinvolgente, fresca e divertente.
Lo stile dell'autrice è molto ironico e il protagonista River - che è il narratore - è innamorato perso di Penny tanto da annullarsi per lei dimenticandosi degli amici che nonostante tutto li sono rimasti accanto e il prosciutto che ha al posto degli occhi non gli fa capire che Penny non è granchè come ragazza da avere al proprio fianco.
Oltre a River mi è piaciuto molto il club in cui si imbatte formato da un gruppo di ragazzi  che cerca di superare i propri problemi (droga, furti...) e anche qui vedrete River impantanarsi in una bugia XD
Sono molto curiosa di leggere gli altri capitoli, perché si intravedono una bella amicizia, amore e situazioni spassose grazie alla presenza di River.
Fatemi sapere se lo comprerete :)


giovedì 25 agosto 2016

"Senza più paura" - "La coppia perfetta"

Oggi vi segnalo due thriller che spero possano incuriosirvi :)
Il primo è Senza più paura, romanzo arrivato secondo al premio Montefiore nella categoria editi, scritto dall'autore Roberto Fancellu mentre il secondo che uscirà l'1 settembre è La coppia perfetta.

Risultati immagini per senza più paura lettere animate 

Titolo: "Senza più paura"
Autore: Roberto Fancellu 
Casa editrice: Lettere Animate
Pagine: 130
Prezzo: 10,63 - ebook: 1,99
Clicca qui per acquistare Senza più paura
TRAMA 
Lungo le secolari ed affollate vie di Firenze si snoda la vicenda di Massimo, un uomo in perenne lotta con l'alcolismo e con se stesso, alla disperata ricerca di un equilibrio che lo allontani dalla vita brutale e sregolata della strada, l'unica che ha conosciuto fin da ragazzo. Alla soglia dei quarant'anni sembra trovare la tanto agognata stabilità con l'aiuto di Sara, una psicologa incontrata in un centro di recupero, con la quale instaura una travagliata relazione clandestina. Ma un oscuro individuo disposto a tutto in nome di una vendetta che ha radici lontane, metterà a rischio i suoi propositi di riscatto, disvelando un'agghiacciante verità sepolta nel passato che trascinerà Massimo fin negli abissi della disperazione. Una verità capace di spezzare e distruggere delle vite sconvolgendo ogni certezza.

Risultati immagini per La Coppia perfetta libro  
«Un debutto straordinario. La sensazione di pericolo incombente è come una bomba a orologeria che scandisce il conto alla rovescia fino all'inaspettato, travolgente finale.»
PUBLISHER’S WEEKLY 

Titolo: "La coppia perfetta"
Autrice: B.A. Paris
Casa editrice: Nord
Pagine: 352
Prezzo: 16,90 - 9,99
Clicca qui per prenotare La coppia perfetta
TRAMA 
Chiunque avesse l’occasione di conoscere Jack e Grace Angel penserebbe che sono la coppia perfetta. Lui un avvocato di successo, affascinante, spiritoso. Lei una donna elegante e una padrona di casa impeccabile. Chiunque allora vorrebbe conoscere meglio Grace, diventare sua amica, scoprendo però che è quasi impossibile anche solo prendere un caffè con lei: non ha un cellulare né un indirizzo email, e comunque non esce mai senza Jack al proprio fianco. Chiunque penserebbe che in fondo è il classico comportamento degli sposi novelli, che non vogliono passare nemmeno un minuto separati. Eppure, alla fine, qualcuno potrebbe sospettare che ci sia qualcosa di strano nel rapporto fra Grace e Jack. E chiedersi per esempio perché, subito dopo il matrimonio, Grace ha lasciato un ottimo lavoro sebbene ancora non abbia figli, perché non risponde mai nemmeno al telefono di casa, perché ci sono delle sbarre alle finestre della camera da letto. E a quel qualcuno potrebbe venire il dubbio che, forse, la coppia perfetta in realtà è la bugia perfetta…


 

domenica 21 agosto 2016

Recensione "L'inferno è buio e freddo" di Gabriella Grieco


Titolo: "L'inferno è buio e freddo"
Autrice: Gabriella Grieco
Casa editrice: I Sognatori
Pagine: 190
Prezzo: 11,90 - ebook: 4,49
Clicca qui per acquistare L'inferno è buio e freddo
TRAMA 
“L’inferno è buio e freddo” è un thriller ambientato in una zona imprecisata dell’Italia. È il sequel del romanzo “La morte è un’opzione accettabile”, pubblicato nel 2013 da I Sognatori.
Isabella (protagonista del primo episodio) si è ricostruita una vita. Una notte, mentre sta guidando, per poco non investe una ragazza sbucata dal nulla. La ferisce soltanto, per fortuna. La ragazza è spaventata, sta fuggendo ma inizialmente il romanzo non spiega da chi né per quale ragione. La domanda resta in sospeso. Superato il prologo, l’azione si sposta altrove e i personaggi cambiano. Il romanzo descrive un poveruomo abbandonato a se stesso in un luogo (buio e freddo) dal quale non può fuggire. Non vede nulla, non sente nulla, non sa come ci è finito e perché. Sa solo che, come la ragazza dell’incipit, anche lui avverte la necessità di fuggire. Quale sia il rapporto fra i due e in che modo influenzerà il plot, sta ai lettori scoprirlo. 

RECENSIONE 
Questo thriller, seguito de La morte è un'opzione accettabile, a mio parere può essere letto e capito anche senza aver letto necessariamente il primo, perché l'autrice durante la storia spiega cosa è successo a Isabella per renderla così e perché decide di coinvolgere un vicecommisario nel suo piano.
La protagonista che decide di aiutare Dana, una ragazza scampata ad una brutta vicenda, è una donna a cui è stato strappato tutto proprio come a Dana e che decide di attuare una vendetta per aiutarla e per punire gli individui senza scupoli che le hanno rovinato la vita. 
Isabella a causa del suo passato è diventata fredda, ma non insensibile e anche se compie dei gesti forti non oltrepassa mai il limite, non lascia niente al caso, pianifica tutto nei minimi dettagli e sa prevedere le mosse delle persone. Decide di fare giustizia da sola per aiutare la polizia a risolvere il caso, perché sa che loro senza il suo contributo arriverebbero alla soluzione troppo tardi.
E' stato interessante conoscere la storia di Isabella per capire che cosa l'aveva portata ad essere così ma anche la storia di Dana, da cosa stava scappando e quale ruolo avevano le persone che Isabella chiude in cella. 
Una vicenda che si concentra sulla mente umana, sulle conseguenze di una perdita e sulle diverse reazioni dei prigionieri alla mancanza di luce.
I momenti che ho preferito sono quando viene svelato il motivo del trattamento diverso per i prigionieri, la ricostruzione della triste storia di Dana e la parte finale. L'autrice ha creato una storia cupa in cui non è assicurato il lieto fine, composta da momenti molto coinvolgenti ad altri un pochino più lenti e con una protagonista dalla personalità forte - rispetto a Dana che ha un carattere fragile -
che rientra nella categoria delle persone che è meglio non avere come nemiche.





 L'AUTRICE
grieco

Che dire di me? A parte le notizie biografiche,  ritengo che la cosa principale sia questa: chi non mi conosce sostiene che io sia poco socievole. Non è vero. Io sono molto socievole, ma solo con chi mi piace davvero.
Chi mi piace? Chi non si prende troppo sul serio e sa ridere di se stesso, chi ama come me la compagnia degli animali e le passeggiate in montagna, chi non si sente sempre in competizione con tutto il mondo.
Non mi piace chi parla tanto per parlare, chi mi tiene per ore al telefono, chi si sente superiore agli altri.
Per il resto… Sono nata a Salerno,  felicemente sposata, ho due figli ormai adulti, un cane di  media taglia e incerta ascendenza e un dolcissimo gatto persiano.
Ho iniziato a scrivere prima ancora di saperlo fare. A cinque anni dettavo a mio fratello più grande, che in seconda elementare era il mio letterato di riferimento, le favole che la sera precedente  avevo inventato perché le scrivesse, tramandandole ai posteri. Purtroppo la vita matrigna ha fatto sì che tali capolavori andassero perduti per sempre!
Mi rilassa lavorare in giardino e ascoltare musica, mi piace ricomporre i puzzle sotto il criptico  sguardo  del mio gatto, apprezzo i videogiochi (ebbene sì, sono da sempre un’appassionata videogiocatrice!) e, ma forse questo è inutile dirlo, amo leggere e scrivere. Non amo la brutta tv né la confusione; preferisco il silenzio allo spreco di parole, una passeggiata col mio cane ad una serata al pub. Mi piacciono sia mare che montagna, ma di più fuori stagione.
Presso I sognatori ha pubblicato “La morte è un’opzione accettabile” e “L’inferno è buio e freddo“.

mercoledì 17 agosto 2016

Recensione "Bad Girl" di Karen Waves


Titolo: "Bad Girl"
Autrice: Karen Waves
Editore: Self Publishing
Pagine: 82
Prezzo: Free
TRAMA
“Con te posso essere quello che voglio, perché ci conosceremo soltanto per perderci.”
Per Won-ho Valentina ricorda un sonetto di Shakespeare, anche se ha il carattere peggiore che abbia mai incontrato in una ragazza. Ma dal momento che ha da poco litigato col padre e si trova a un passo dal lavoro dei suoi sogni, ovvero fare il potatore, uscire con una studentessa occidentale sembra il minore dei suoi problemi.
Valentina, però, è più complicata di quello che Won-ho si aspetta: dice di no, poi di sì, alternando momenti di sarcasmo tagliente ad altri di fragilità e dolcezza.
Won-ho la insegue tra lezioni e incontri casuali sulla spiaggia, scoprendo di non essere attratto solo dalla bellezza straniera e dai lunghi capelli di oro rosso. Tuttavia tentare di sedurre una donna che lo guarda con franchezza, e sembra volerlo come lui vuole lei, potrebbe avere conseguenze inaspettate, come scoprirà al loro primo appuntamento, sulla baia di Busan...
Bad girl racconta l’inizio di un amore inatteso e appassionato tra due persone che per geografia, carattere e cultura sembrano nate per restare distanti, ma che quando si trovano non sanno resistersi.

RECENSIONE 
Bad Girl è lo spin-off del libro Le cesoie di Busan di cui potete leggere la mia recensione QUI  e racconta dal punto di vista del protagonista maschile Won-ho l'incontro con Valentina e il suo primo appuntamento con lei ma ci apre anche la porta sul suo mondo. La sua famiglia è composta da un padre severo che non accetta le sue aspirazioni e a cui si rivolge dandogli del lei, una madre affettuosa che deve rispettare le decisioni del capofamiglia ma che comunica tutto il suo amore per il figlio attraverso i gesti e un fratello maggiore sposato e professore universitario che è l'orgoglio del padre.
Rispetto a Le cesoie di Busan si respira un'atmosfera più romantica e più dolce con Won-ho che fa tenerezza  quando cerca di fare tutto alla perfezione e di capire cosa potrebbe piacere a Valentina, ragazza italiana, per il loro primo appuntamento, quando esce la sua insicurezza in presenza di lei e quando il padre lo tratta costantemente male.
Leggendo la storia dal suo punto di vista si comprende ancor di più il suo amore per le piante, perché le tratta con delicatezza ammirandone ogni parte, ogni sfumatura e particolarità rappresentando la sua piccola bolla felice insieme al mare dove può ritrovare la tranquillità. Oltre a ciò si nota la sua semplicità, l'importanza che dà alla piccole cose e il suo lato poetico che esce quando pensa o vede Valentina.
Il 12 settembre uscirà il seguito Il titolista di Bassano ambientato stavolta in Italia dove ritroveremo i protagonisti, una new entry e l'immancabile Kim Yae-rim.


 
 
L'AUTRICE 
Karen Waves è nata a Vicenza, ma vive a Padova dove studia lingue moderne all'Università. Scrivere è sempre stata la sua passione, ma Le cesoie di Busan è il primo romanzo che si è decisa a pubblicare. Come ispirazione ha avuto i suoi grandi amori: la Corea, le storie romantiche e gli alberi.
 
 
 

martedì 16 agosto 2016

Recensione "L'arte nel sangue" di Bonnie Macbird

 

Titolo: "L'arte nel sangue"
Autrice: Bonnie Macbird
Casa editrice: HarperCollins
Prezzo: 16,00 - ebook: 6,99
Clicca qui per acquistare L'arte nel sangue: un nuovo caso per Sherlock Holmes
TRAMA 
Londra, in un nevoso dicembre del 1888. Dopo la disastrosa indagine sullo Squartatore, il trentaquattrenne Sherlock Holmes è caduto in un profondo stato di prostrazione dal quale nemmeno Watson riesce a svegliarlo. Finché non arriva da Parigi una strana lettera in codice.
Mademoiselle La Victoire, una bellissima cabarettista francese, scrive che il figlio illegittimo che ha avuto da un lord inglese è scomparso, e che lei stessa è stata aggredita per strada a Montmartre.

Holmes e Watson si precipitano a Parigi e scoprono che il ragazzino scomparso è solo la punta dell'iceberg di un problema molto più grave: una preziosissima statua greca è stata rubata a Marsiglia, e in un setificio del Lancashire sono stati uccisi dei bambini. Gli indizi, in tutti e tre i casi, conducono allo stesso, intoccabile personaggio... Ma Holmes riuscirà a riprendersi in tempo per trovare il ragazzino scomparso e fermare l'ondata di omicidi, anche se per riuscirci deve essere sempre un passo avanti rispetto a un pericoloso rivale francese ed evitare le minacciose interferenze del fratello Mycroft?
Un'avventura incalzante, scritta nello stile di Sir Arthur Conan Doyle, in cui la celebre coppia è alle prese con un caso che metterà alla prova l'amicizia di Watson e spingerà al limite la fragilità e le doti della natura artistica di Sherlock Holmes.

RECENSIONE 
Innanzitutto come non amare la cover. E' meravigliosa con questa immagine in primo piano di Sherlock composta dal sangue che riprende anche il titolo e all'interno una porzione della mappa. Perfetta anche la scelta della cover lucida e i piccoli elementi che riconducono ai nostri beniamini come la pipa nell'aletta e i cappelli di Sherlock e Watson sul retro del libro.
L'autrice è rimasta fedele alla rappresentazione dei celebri protagonisti mescolando Arthur Conan Doyle, la serie Sherlock che adoro e la trasposizione cinematografica con Robert Downey Jr e Jude Law - per i momenti in cui Sherlock e Watson dovranno difendersi - costruendo così un caso che comprende tutti gli elementi che portano ad amarli: il loro rapporto d'amicizia, i dialoghi e le battute per cui rimango sempre affascinata  e i ragionamenti di Sherlock che portano alla risoluzione del caso, l'indagine intricata con più di un sospetto dove il colpevole si riesce a scoprire solo alla fine, i momenti d'azione alternati da momenti di riflessione e l'immancabile presenza della signora Hudson e Mycroft.
L'indagine ambientata a Londra e Parigi è raccontata in prima persona dal Dr. Watson ormai sposato con Mary e questo nuovo caso lo porterà a riavvicinarsi a Sherlock, che si trova in uno stato di fragilità fisica e mentale.
I vari enigmi porteranno Sherlock a ritrovare l'energia e come sempre riuscirà a scovare prove e a fare collegamenti impensabili per Watson ma stavolta ci saranno alcuni errori da parte sua e durante l'indagine rischierà anche la vita.
Oltre al lato geniale e razionale di Sherlock vedremo anche il suo lato sensibile e quanto sia forte il suo legame con John Watson.
Un caso cupo per le tematiche toccate ma anche capace di far sorridere.








 

sabato 13 agosto 2016

"I 4 Codici - Gli Eredi" di Giada Baldassarri

Come procedono le vostre vacanze? Cosa state leggendo?
Io ho finito L'arte nel sangue, l'ultima avventura di Sherlock Holmes e a breve inizierò Bad girl di Karen Waves.
Vi volevo segnalare I 4 Codici - Gli Eredi, il primo libro di una duologia fantasy scritta dall'autrice Giada Baldassarri.


Titolo: "I 4 Codici - Gli Eredi"
Autrice: Giada Baldassarri
Casa editrice: In.Edit
Pagine: 348
Prezzo: 15,00
Clicca qui per acquistare I 4 codici. Gli eredi
TRAMA 

All’alba di una vacanza in famiglia, i cinque fratelli Blake vengono catapultati per errore ad Aztlan, una misteriosa isola lacerata dall’eterna battaglia tra gli adepti di Lilith, la dea della morte e della distruzione, e gli Eredi, i leggendari padroni degli elementi.
In questa terra estranea al mondo, i giovani si ritrovano ad affrontare realtà sconcertanti. Dopo la morte degli ultimi Eredi, avvenuta ormai da tremila anni, sono loro i nuovi signori degli elementi, gli unici che possono ancora liberare Aztlan dalla feroce tirannia di Orix Shadizaar, la figlia prediletta di Lilith, e dalla brama dei Signori della Guerra, suoi alleati.
Costretti ad accettare il loro destino per salvare l’amato nonno, prigioniero delle forze oscure, Kevin, Daniel, Sara, Erin e Ryan decidono quindi di combattere e di affrontare una guerra lunga e logorante tra invidie, dissapori e violenze, forti solamente del profondo legame che li unisce e dell’immensa e spaventosa potenza che gli elementi hanno concesso loro.

Ecco una delle illustrazioni create dall'autrice che potrete trovare all'interno del libro.
I CATTIVI


L'AUTRICE

Giada Baldassarri nasce a Faenza in provincia di Ravenna, il 13/09/1993.
Amante da sempre dei romanzi fantasy e dei manga giapponesi per il particolare sentimentalismo attribuito alla tragicità, è sempre stata un’accanita lettrice.
I Quattro Codici. Gli Eredi è il suo primo vero romanzo di cui ha già scritto anche il seguito.
Fuori dal mondo della scrittura, è appassionata di sport e di arte. Ha imparato a disegnare principalmente per dare un volto ai suoi personaggi, ma poi si è appassionata ed ora disegna vari soggetti sia a matita che a penna.
Ama raccontare storie, immaginarie o reali, che hanno la capacità di penetrare nell’anima di chi le ascolta. Ciò che scrive ha un suo perché, narra di sentimenti veri e profondi, trasportati in un mondo arcaico e ideale, fuori dal tempo e dallo spazio. Un mondo fatto di miti e leggende, in cui lealtà e coraggio sono ancora l’ideale dell’uomo e le passioni più distruttive sono intimamente collegate ai sentimenti più dolci.

Lo leggerete? :)