martedì 30 giugno 2015

"In arrivo a luglio"

Cari lettori,
ben ritrovati.
Sono tornata domenica da Milano e il caldo afoso mi ha dato subito il benvenuto. Adesso con il ventilatore sparato addosso vi segnalo due libri che usciranno a luglio e un libro uscito ieri.

 

Titolo: "La ragazza di Orchard Street"
Autrice: Susan Jane Gilman
Casa editrice: Piemme
Pagine: 532
Prezzo: 19,50
In arrivo: luglio '15
TRAMA
Malka è solo una bambina quando, nel 1913, fugge con la sua famiglia dalla Russia per approdare a New York. Una bambina che sogna di vivere in una fabbrica di gelati e non sa nulla dell’immenso paese che l’aspetta. Qui, nelle strade del Lower East Side, in mezzo a mille lingue e mille sogni diversi, Malka viene adottata da una famiglia italoamericana di venditori ambulanti di gelato, i Dinello, che la ribattezzeranno Lillian. Grazie a loro, il suo sogno infantile sembra quasi diventare realtà: comincia a imparare tutti i segreti di quella cosa – il gelato – che per lei voleva dire felicità. Da allora ne ha fatta di strada: insieme all’uomo che sarà il suo primo grande amore, grazie a un’intelligenza del tutto fuori del comune e a un innato genio degli affari, Lillian finirà per rilevare l’attività dei Dinello e diventare la produttrice numero uno di gelati in America. Ma mentre lei diventa una celebrità, immortalata dai fotografi con il suo tailleur Chanel rosa fragola (molto prima di Jackie), il passato comincia ad allungare i suoi artigli su di lei. Perché non possiamo mai davvero lasciarci alle spalle ciò che siamo stati da piccoli. Un grande romanzo sul sogno americano, che attraversa tutto il ’900, la storia di una vita straordinaria raccontata dalla protagonista stessa, Lillian Dunkle, un personaggio indimenticabile che prende vita nelle pagine mentre racconta, a settant’anni, la sua storia di ascesa e declino, di povertà e poi ricchezza, di amori e poi di abbandoni, di celebrità e poi di rimpianti.



Titolo: "HUL-Hampton University Life" #3
Autrice: Simona Diodovich
Genere: Romance sportivo
Editore: Self Publishing
Pagine: 161 (ebook) - 190 (cartaceo)
Prezzo: 3,66 (ebook) - 11,37 (cartaceo)
TRAMA
Norman è felice. Sembra passato molto tempo da quando le sue disavventure gli hanno spezzato il cuore. Colin è l’unico che deve ancora sistemarsi. Logan trema ancora una volta.
Tre ragazzi che, prima non erano amici, ora sono come fratelli. Vincere il campionato nei Pirates diventa un loro dovere di giocatori eccezionali mentre le loro vite buttano le fondamenta per un futuro migliore. Siamo alle battute finali. Colin cederà al fascino del matrimonio come i suoi amici?
Logan sarà finalmente tranquillo con sua moglie? I Pirates hanno un campionato da vincere, contro ogni pronostico, li danno perdenti. Per cui in piedi signori, il touchdown è alle porte. Volete sapere come finiranno le loro storie?

Bentornati, per l’ultima volta, nel mondo dei Pirates. Tre ragazzi, tre amori, un solo cuore unito per vincere.

ESTRATTO
“«Io e te siamo amici, vero Colin?» cambiò discorso lei.
«Sì, che lo siamo. Perché me lo chiedi?»
«Quando io avevo bisogno di sostegno, e nessuno riusciva a capire che cosa mi stava succedendo, io avevo te che ti presentavi per portarmi al lavoro. Io avevo te che mi spiegavi perché Norman si stesse comportando così, mi davi almeno la speranza che non lo facesse perché non mi amava. Capisci?»
«Sì, certo, ma cosa c’entra ora?»
«Io ti considero il mio miglior amico Colin Beenson, lo sei diventato perché tu sei speciale. Vorrei essere io ad aiutare te per una volta.»
Colin si voltò verso di lei, aveva uno sguardo tenerissimo «Molly…»

  «Guarda la strada, ricordati che sono incinta e che Norman ti spaccherebbe la faccia se mi succedesse qualcosa. Tu guidi, io parlo.»”

THE QUEEN OF TEARLING 
Magia, avventura, mistero e sentimenti si combinano nell’epico debutto di una giovane principessa che deve riprendersi il trono della sua defunta madre, imparare a governare… e sconfiggere la Regina Rossa, una potente e malvagia strega decisa a distruggerla.

Titolo: "The Queen of the Tearling"
Autrice: Erika Johansen
Casa editrice: Multiplayer.it
Prezzo: 19,00
In arrivo: 9 luglio
TRAMA
Il giorno del suo diciannovesimo compleanno la principessa Kelsea Raleigh Glynn, cresciuta in esilio, intraprende un pericoloso viaggio alla volta del castello in cui è nata per riprendersi il trono che le spetta di diritto. Kelsea è una ragazza determinata che adora leggere e imparare e che somiglia ben poco a sua madre, la fatua e frivola regina Elyssa. Kelsea sarà pure inesperta, ma non è indifesa: al collo porta lo zaffiro di Tearling, un gioiello dagli immensi poteri magici, ed è accompagnata dalla Guardia della Regina, un gruppo scelto di coraggiosi cavalieri guidato dall’enigmatico e fedele Lazarus.
Kelsea avrà bisogno di tutti loro per sopravvivere alla cabala di nemici che cercherà di impedire la sua incoronazione con ogni mezzo, da sicari dai mantelli cremisi a tremendi incantesimi di sangue.
Nonostante il suo sangue reale, Kelsea è ancora una giovane piena di insicurezze, una bambina chiamata a guidare un popolo e un regno dei quali non sa praticamente nulla. Quello che scoprirà nella capitale, però, cambierà tutto, mettendola di fronte a orrori inimmaginabili. Sarà un gesto semplice quanto audace a gettare il regno nel caos, scatenando la vendetta della tirannica sovrana della vicina Mortmesne: la Regina Rossa, una strega posseduta dalla magia oscura. Kelsea dovrà scoprire di chi fidarsi tra i suoi servitori, i nobili di corte e le sue stesse guardie del corpo.
La sua missione per salvare il regno e compiere il suo destino è appena cominciata: Kelsea dovrà affrontare un viaggio alla scoperta di sé stessa e una prova del fuoco che la faranno diventare una leggenda… se solo riuscirà a sopravvivere.

"The Queen of the Tearling" avrà anche 14 inserti grafici, 7 immagini a colori a tutta pagina e una mappa del regno di Tearling in preziosa carta pergamena riposta in una tasca interna... lo voglio *__*
Quale vi piacerebbe leggere?  Quale libri vorreste comprare a luglio?

martedì 16 giugno 2015

"Libri in arrivo" #3


Buon pomeriggio :)
Che fate di bello? 
In questi giorni mi sono stati segnalati alcuni romanzi in arrivo e ho pensato allora di scriverci un post perché mi sembrano carini ;)

 
Immaginate di udire il miagolio di un gatto fuori della porta, una sera di pioggia.
Immaginate di raccogliere quel batuffolo di pelo bagnato e di portarlo in casa.
Immaginate che quella bestiolina dagli occhi dolci e imploranti sia un micio molto speciale.
E se fosse venuto proprio per voi? Inviato dal Cielo per regalarvi un po’ di felicità?

Titolo: "La storia di Solomon"
Autrice: Sheila Jeffries
Casa editrice: Tre60
Pagine: 210
Prezzo: 13.90
In arrivo: 18 giugno
TRAMA
Solomon è un gatto speciale, a partire dal suo aspetto. Sembra che porti lo smoking: un folto manto nero, con la pettorina e le zampine candide. Ma la sua eccezionalità non è dovuta solo a questo. Dal primo istante in cui Ellen – nel bel mezzo di un temporale estivo – lo porta in casa, tutto fradicio di pioggia, capisce che si tratta di un micio straordinario. I suoi occhi sono profondi e diretti, osserva tutto e il suo sguardo pare non appoggiarsi semplicemente sulle cose, ma andare oltre. Questo suo atteggiamento gli dà una certa autorevolezza e saggezza, tanto che Ellen e suo marito Ted decidono di chiamarlo Solomon, in onore del saggio Re d’Israele.
Mai nome fu più profetico, un segno del destino, perché di lì a poco Solomon, da gattino trovatello, diventerà l’angelo custode di Ellen e della sua famiglia, aiutandoli a superare i momenti più bui e più difficili...


 

Titolo: "Mettiti nei miei panni"
Autore: Thorne Smith
Casa editrice: Castelvecchi
Pagine: 240
Prezzo: 14.50
In arrivo: fine giugno
TRAMA
Tim e Sally Willows sono una giovane coppia in piena crisi matrimoniale. I piccoli litigi quotidiani li trascinano in un crescendo di isterismi e scene di gelosia fino a quando, per un misterioso prodigio, avviene uno scambio di corpi tra moglie e marito.
Sally, nel corpo di Tim, è costretta a subire la stressante routine lavorativa nel mondo della pubblicità, mentre Tim, nel corpo di Sally, deve vedersela con le continue avances di un impertinente donnaiolo. Tra spassosi incidenti e momenti di puro imbarazzo, la situazione per i due coniugi diventa sempre più complicata e ingestibile, fino al clamoroso colpo di scena che cambierà per sempre la loro vita. Mettiti nei miei panni è un’indimenticabile commedia piena di vitalità, di magia, sesso e divertimento, con un finale a sorpresa in cui la guerra dei sessi raggiunge il culmine della sua tragicomica assurdità.


«Liz Trenow ha cucito la trama di questo romanzo con delicatezza.
E il risultato è un libro bellissimo.»
Kirkus Reviews

Titolo: "La ragazza che cuciva lettere d'amore"
Autrice: Liz Trenow
Casa editrice: Tre60
Pagine: 348
Prezzo: 14.90
In arrivo: 25 giugno
TRAMA
LONDRA, 1914. Maria, una ragazza di umili origini, lavora come sarta a Buckingham Palace. Giovane e attraente, viene notata dal principe Edward, che si innamora follemente di lei. Ma la loro passione è destinata a scontrarsi con la dura realtà…


LONDRA, 2010. Mettendo ordine nella soffitta della casa materna, Caroline scopre una magnifica coperta di seta. E le sorprese non sono finite: quella coperta risale infatti agli anni ’20 ed è stata cucita, con grandissima abilità, nientemeno che nella sartoria di Buckingham Palace. Ma perché si trova lì? E perché gli intricatissimi ricami sembrano disposti in modo da suggerire un messaggio? Determinata a svelare il mistero, Caroline inizia a indagare…  


Amo i gatti, anche se l'amore credo non sia reciproco visto che quando mi vedono cominciano a comportarsi in modo strano mettendosi in posizione di sfida o saltando sui muri. Forse sentono il mio animo inquieto e si agitano pure loro XD
Mettiti nei miei panni è un tipo di storia che ho visto molte volte in tv, ma mai basata  sullo scambio marito e moglie. Magari alla fine sarà come le altre storie, ma secondo me due risate e qualche ora spensierata ce le farà fare :)   Infine l'ultimo m'intriga per l'intreccio passato/presente e il messaggio contenuto nella coperta cucita a Buckingham Palace.


venerdì 12 giugno 2015

Recensione "L'egoismo del respiro" di Giada Strapparava

 

Titolo: "L'egoismo del respiro"
Autrice: Giada Strapparava
Casa editrice: Lettere Animate
Pagine: 347
Prezzo: 1.99
TRAMA
Cuoco in una tavola calda a Sacramento, ottimo amico per i colleghi e quasi un figlio per i titolari. Una vita normale e soddisfacente se non fosse per l'innato istinto omicida e un personale senso di giustizia: Colton Miller è un'anima selvaggia, che ama uccidere i peccatori e che si diverte a cercare lo sgomento negli occhi delle sue vittime, decifrandone gli ultimi inutili pensieri; un'ombra tormentata dagli orribili e confusi ricordi d'infanzia, in cui la violenza tocca gli apici dell'inconscio e si mischia all'angoscia più profonda. Ma il passato non è l'unica cosa da cui scappare. C'è qualcos'altro, lì fuori: una minaccia. Un'entità che inizia a tormentarlo; qualcuno disposto a schiacciare chiunque si metta sulla propria strada. In tutto questo chi è la vittima e chi il carnefice? Ma sopratutto, dove finisce l'agonia e inizia il piacere?!

RECENSIONE
La cover per una volta rappresenta appieno la storia ed essendo così esplicita potrebbe essere benissimo usata come avvertimento: PREPARATE LA MENTE E LO STOMACO PRIMA DI INIZIARE QUESTA STORIA! 
Non avevo mai letto un libro che contenesse scene così vivide e forti e non è stato facile leggere alcuni passaggi che descrivevano in maniera dettagliata ciò che il carnefice faceva alle sue vittime.
La storia si svolge dal punto di vista del protagonista, ne conosciamo i pensieri, gli ideali e le azioni crudeli.
Si respira subito la rabbia provata da Colton verso la società e verso gli uomini e dal suo modo di pensare si capisce perfettamente che in lui convivono due personalità: dolce, a tratti poetica e una bestia.
Colton sul viso ha una cicatrice, segno di un passato tremendo che però non riesce a ricordare, se non a tratti, come fuochi d'artificio che ti fanno puntare lo sguardo sul cielo annullando ciò che avviene tutt'intorno, e quel passato è anche la causa di alcuni suoi comportamenti violenti.
Il protagonista non è l'unica persona ad avere perversioni segrete e quando salterà fuori che un serial killer cannibale si aggira nei dintorni il dito di Colton, in cerca del colpevole, comincerà ad essere puntato in più direzioni, anche su se stesso.
L'autrice mi ha veramente spiazzata con il suo stile perché non mi aspettavo di leggere scene così macabre e forti ed è stata brava in più di un'occasione a farmi sentire ciò che accadeva, come ad esempio il calore del sangue. E' riuscita inoltre a farmi provare emozioni opposte sul protagonista a causa della doppia personalità, quindi in alcuni momenti provavo compassione o tenerezza magari e subito dopo odio e disgusto e quando i fatti a un certo punto si fanno più "leggeri" l'autrice non contenta tira un gancio dritto allo stomaco con un epilogo ancor più macabro degli eventi precedenti.
Un bel libro dove le apparenze ingannano!

L'AUTRICE 


Giada Strapparava nasce il 21 Giugno del 1994, in provincia di Verona. È una grande appassionata di criminologia, mentalismo, medicina legale e naturopatia. L’egoismo del respiro è il suo romanzo d’esordio.



lunedì 8 giugno 2015

"L'Inchiesta Blog tour - Terza tappa"

Buongiorno :)
oggi ho il piacere di ospitare la terza tappa del blog tour dedicato all'uscita del nuovo libro di Mario De Martino di cui ho potuto leggere e recensire Le regole del gioco. Questa volta l'autore si cimenta con un saggio pieno di domande legate alla religione (soprattutto quella cristiana).
Cosa conosciamo del nostro passato?

Tutti noi, a scuola, abbiamo studiato ciò che fecero Giuseppe Garibaldi, Napoleone Bonaparte, il Re Sole, Leonardo da Vinci. A nessuno verrebbe in mente di mettere in discussione la veridicità storica di questi personaggi, e il perché è presto detto: di Garibaldi, Napoleone, Leonardo (ecc.) abbiamo a disposizione parecchie fonti.
Torniamo un po' più indietro nel tempo, fino all'epoca dell'Antico Egitto. Spostiamoci sulla piana di Giza e osserviamo le celebri piramidi. Delle tre, quella che colpisce la nostra attenzione è senz'altro la piramide di Cheope, l'unica delle sette meraviglie del mondo antico ancora in piedi.
La piramide sarebbe stata fatta costruire dal faraone Cheope. E qui il condizionale è d'obbligo.

Cosa sappiamo davvero della storia antica?

Cheope è realmente esistito? Ha davvero fatto edificare quella piramide? Insomma, quali sono le “fonti” che ci parlano di Cheope?
La fonte è una sola: questa statuetta alta sette centimetri e mezzo. Ecco tutto ciò che possediamo di Cheope, tutto ciò che ci dà conferma della sua esistenza:


A Napoli c'è lo splendido parco virgiliano. Al suo interno si trovano le tombe di Leopardi e Virgilio. La tomba di Virgilio è particolarmente interessante: è ricca di iscrizioni latine, e visitarla è come fare un viaggio nel tempo. La tradizione ci ha detto che quella è la tomba di Virgilio e come tale viene presentata a turisti e visitatori dal personale addetto.
C'è solo un problema: il corpo di Virgilio non c'è.

Cosa sappiamo di Tacito, Svetonio, Livio, Apuleio, Ovidio? Cosa sappiamo di Giulio Cesare, Pompeo, Alessandro Magno? La risposta è che non possediamo nessuna fonte scritta originale risalente al periodo in cui vissero.
Pensate che da qualche parte sia conservato il manoscritto autografo delle Metamorfosi di Ovidio? O quello del De bello Gallico di Cesare? Ebbene, di nessun autore antico della letteratura latina ci è pervenuto un solo autografo.
Conosciamo gli antichi scrittori grazie all'opera dei copisti medievali. I più antichi manoscritti degli autori latini risalgono al IX secolo d.C. (vale a dire a 800-900 anni dopo la morte degli autori!); solo alcuni codici virgiliani risalgono al IV-V secolo d.C. (ma Virgilio era già morto da quasi 400 anni!).

Quando leggiamo il De bello Gallico di Cesare dovremmo avere ben chiaro un concetto: non stiamo leggendo le parole scritte da Cesare in persona, ma la copia di una copia di una copia (ecc.) del testo originale redatto da Cesare, che non ci è pervenuto.
Da una copia all'altra, il testo è cambiato o è rimasto immutato? Senz'altro, è cambiato. È inevitabile non inserire errori e/o manipolazioni in mille anni circa di copie. La disciplina che si occupa di ricostruire un testo nella versione più vicina possibile alla volontà dell'autore è la Filologia.

Ma c'è un libro ben più antico del De bello Gallico, che è stato ricopiato (e modificato) non per mille, ma per (circa) duemila anni! Un libro di cui non possediamo il manoscritto originale e del quale ignoriamo perfino il nome del suo autore (o meglio, dei suoi autori): la Bibbia.
Eppure, su questo libro pretendiamo di ricavare delle verità assolute.

La domanda da porci è: quanto della letteratura antica che conosciamo – incluse le diverse menzioni del culto cristiano in alcuni manoscritti latini – è davvero “genuino” e quanto, invece, potrebbe essere frutto di una manipolazione o addirittura di “un’invenzione” di vecchi monaci amanuensi vissuti nel medioevo, all’epoca tra i pochi detentori e conservatori della cultura?

L'inchiesta, in uscita per 0111 edizioni alla fine di giugno, tenterà di far luce anche su questo.
Per seguire tutti gli aggiornamenti, non perdere la prossima tappa del blog-tour, che avrà luogo sul blog di Andrea ("le mele del Silenzio") lunedì 15 giugno 2015!

E se vuoi vincere una copia gratuita del libro (più altri due testi a tua scelta) partecipa al giveaway compilando questo modulo: http://www.vizzualforms.com/f/MxftsJogfLU1zFVv


Alla prossima tappa!

mercoledì 3 giugno 2015

"Danza d'amore per principianti", "Spettabile demone" & "Ti porterò nel buio"

Buongiorno a tutti <3
Come procedono le vostre letture? Io ho finito "L'egoismo del respiro" e in questi giorni pubblicherò il mio pensiero :)
Volevo segnalarvi tre libri: il primo esce oggi e si preannuncia molto divertente, il secondo è un urban fantasy/paranormal romance che uscirà il 5 giugno e l'ultimo è un thriller che mi era proprio sfuggito.


Titolo: "Danza d'amore per principianti"
Autrice: Rossella Calabrò
Casa editrice: Emma Books
Prezzo ebook: 4.99
TRAMA
Il mio nome è Sancho e sono un neurone della pancia. Eh sì, perché oltre al cervello nella testa, esiste anche un secondo cervello che si trova appunto nell'intestino. E io abito proprio lì, nella pancia di una tipa, un po' nevrotica ma simpatica, che si chiama Margherita. Siamo più di cento milioni di neuroni, quaggiù, e siamo noi che sentiamo, che intuiamo, che influenziamo le decisioni del nostro collega lassù ai piani alti. Lui, il cervello cranico, ha finto di essere l'unico con un po' di sale in zucca per centinaia di anni, finché finalmente gli scienziati si sono accorti della nostra esistenza. E sapete perché ci hanno messo tutto questo tempo? Perché gli scienziati sono quasi tutti uomini. Le donne, di avere un cervello anche nella pancia, lo hanno sempre saputo. Comunque, passo subito alla storia che mi hanno incaricato di raccontarvi: è una storia d'amore e di danza (del ventre, naturalmente). Romantica, e un pochino magica. E anche un po' da ridere, perché gli amori senza risate sono amori incompleti.

 
Accetteresti tre milioni di euro in cambio di un lavoro di due settimane segregata in una villa abitata da demoni?

Titolo: "Spettabile Demone"
Autrice: Anonima Strega
Pagine: 208
Prezzo ebook: 1.99
TRAMA
Nessuno rifiuterebbe tre milioni di euro per quindici giorni di lavoro, ma se il compito prevedesse di essere rinchiusi in una villa sperduta, abitata da cinque demoni, la faccenda si farebbe complicata. A Iris quei soldi fanno gola, tuttavia non crede alla storia di dannazione e caduta raccontatale dai suoi coinquilini o presunti demoni che siano. Se cede alla proposta di scrivere per conto loro una richiesta di redenzione, è solo perché la fuga le è preclusa. Il maggiordomo Damien, l’autista Nadir, il cuoco Zaccaria, il giardiniere Theo e il Guardiano Sebastian sono gli uomini più affascinanti che Iris abbia mai incontrato, ma anche i più irrazionali, dunque è bene non pensare troppo all’algido Sebastian, meglio assecondare le sue follie e sperare nel pagamento. Ma è difficile spiegarsi alcuni strani illusionismi. E ancora di più addormentarsi sotto lo stesso tetto di cinque splendide furie che per espiare passioni e colpe affermano di non sfogare gli istinti sessuali da trecento anni.



Titolo: "Ti porterò nel buio"
Autore: Piero Degli Antoni
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Pagine: 324
Prezzo: 16.90
TRAMA
Una telefonata. Qualche squillo e poi una vocina debole, lontana: “Mamma”. La cornetta stretta nella mano, Perla fatica a rimanere lucida. Eppure non ha alcun dubbio: quella è la voce di Marie. Da cinque anni attendeva un segno che potesse riaccendere la speranza di riabbracciare la sua bambina. Ora è decisa a riprendere le ricerche, ma per farlo deve dissipare la nebbia che l’avvolge, perché della notte in cui suo marito è stato ucciso e sua figlia rapita non ricorda niente.
Anche Agata Rizzo, l’avvocato che l’aveva assistita all’epoca, non vuole lasciare nulla d’intentato. Così si rivolge a una vecchia conoscenza. Galeazzo D’Adda abita in una villa d’epoca sul Naviglio della Martesana, da anni vi conduce un’esistenza solitaria, immerso in un disordine che farebbe rabbrividire chiunque.
Ma nessuno come lui sa leggere nella mente delle persone. Sebbene sia una figura scomoda e controversa, come ipnoterapeuta è il migliore. Servendosi dell’ipnosi, Galeazzo potrà scavare nella mente di Perla, cercando di riportare a galla dettagli perduti. Perché quella notte, quando suo marito perdeva la vita e sua figlia spariva inghiottita dal buio, lei era lì. E la verità di cui ora è in cerca potrebbe non essere così semplice da accettare.
Il libro di Rossella Calabrò mi sembra troppo carino con questo neurone della pancia di nome Sancho; Spettabile Demone ha una trama che m'incuriosisce molto e Ti porterò nel buio mi attira per la presenza di questo ipnoterapeuta che aiuterà Perla a far luce su ciò che accadde quella notte in cui perse tutto.


lunedì 1 giugno 2015

"Ritratto di Signora" (40)

 

Buongiorno :)
Questo mese il ritratto è stato scritto da me.
Potete leggere questo articolo anche sui blog: Miki in the PinklandStasera cucino io, Books Land e Un libro per amico.

Per questo ritratto ho deciso di parlare di una donna che nel corso degli anni è riuscita a farmi ridere di gusto: Caryn Elaine Johnson, in arte Whoopi Goldberg.

 

La nascita del suo nome è già un programma e fa capire già il suo senso dell'umorismo, perché deriva dai cuscini che emettono il suono della flatulenza. Una donna le aveva detto: "se fossi tua madre ti chiamerei Whoopi perché quando sei triste emetti un suono simile a quello di un whoopee cushion" e così chi aveva ascoltato queste parole cominciò a chiamarla così, mentre il cognome Goldberg lo scelse perché lo portavano i suoi lontani antenati.
A 17 anni capisce che la sua strada è la recitazione, così inizia la sua lunga carriera.
Alcuni dei film con i quali ha vinto dei premi sono anche i miei preferiti, partendo nel 1991 con l'Oscar e il Golden Globe come miglior attrice non protagonista vinti con “Ghost – Fantasma”, un film che ho guardato e riguardato quando ero piccola, che mi faceva ridere quando Patrick Swayze andava a chiederle aiuto e lei credeva di essere diventata pazza perché sentiva davvero gli spiriti o quando Patrick la sfiniva con quella canzoncina per convincerla ad aiutarlo e che mi faceva paura quando arrivavano le anime cattive; continuando poi nel 1994 con il premio Image Award per la miglior attrice protagonista, vinto con “Sister Act – Una svitata in abito da suora”, un film divertente che riguardo sempre volentieri: adoro quando Whoopi comincia le prove con le suore e quando stravolge il loro modo di avvicinarsi alla gente; e poi il premio sempre come migliore attrice con il seguito, il cui finale mi fa sempre commuovere.

 

Ovviamente la lista delle nomination e dei premi è molto più lunga, ma io ho voluto parlarvi solo dei miei preferiti in assoluto.
La sua vita privata invece non è così costellata di eventi positivi...
All'età di 7 anni il padre abbandona la famiglia e a scuola le viene diagnosticata la dislessia, che è un altro motivo per cui abbandonerà la scuola. Passerà un periodo difficile in cui abuserà di sostanze stupefacenti che smetterà di assumere grazie all'aiuto dell'assistente sociale Alvin Martin con il quale si sposerà nel 1973 e avrà la sua unica figlia: Alex Martin. Il matrimonio purtroppo finirà, così Whoopi per mantenere lei e la figlia svolgerà i più disparati lavori: muratore, lavapiatti e truccatrice per un'azienda di pompe funebri, oltre a lavorare per il San Diego Repertory Theatre.
Successivamente si sposerà e divorzierà altre tre volte.
Alcuni eventi positivi però sono presenti: molto giovane diventerà nonna e con gli anni avrà tre bei nipotini.
Tornando all'ambito lavorativo sarà la prima donna nel 1994 a presentare la notte degli Oscar e negli anni oltre ad essere attrice, sarà doppiatrice e produttrice cinematografica.

Ciò che non sapevo di Whoopi riguarda l'ambito sociale e quello che ho scoperto la rende ancora più grande ai miei occhi. Organizza raccolte fondi per i senzatetto e si batte per il riconoscimento dei diritti delle coppie omosessuali e proprio per questo obiettivo ha partecipato nel 1996 con altri colleghi al documentario “Lo schermo velato”, che racconta l'omosessualità nel cinema.


Whoopi secondo me è una bellissima persona, perché è riuscita a superare tante difficoltà, ha fatto i lavori più umili o pesanti, si occupa delle persone più deboli, si batte per ciò in cui crede e poi è riuscita e riesce tuttora a far emozionare intere generazioni.

Fonti

Immagini
http://images.movieplayer.it/images/2015/02/19/photo-main.jpg

Al prossimo mese,
Daniela, 
Fede, Franci, Miki e Monica.