sabato 29 marzo 2014

"In arrivo ad Aprile"


Buon pomeriggio, eccomi di nuovo a farvi un salutino e a lasciarvi alcuni dei libri che arriveranno ad Aprile, che mi hanno incuriosita :)

(cover italiana non disponibile)

Titolo: "La porta del giorno"
Autrice: Jeanette Winterson
Casa editrice: Mondadori
Pagine: 180
Prezzo: 17.00
TRAMA
Il Nord è un luogo oscuro. Il Nord dell'Inghilterra è oscuro. La foresta di Pendle è un luogo che mette paura e, si dice, è meglio che i viaggiatori non vi si avventurino, perché solo i folli e chi ha commerci con l'oscurità frequenta quei boschi. Chi nasce da quelle parti ha il marchio di Pendle, e una leggenda vuole che i bambini, solo alcuni e più spesso le femmine, vengano battezzati due volte: una volta in chiesa e una volta nell'acqua di una pozza nella foresta. Chi sono quelle bambine? Quali sono i loro poteri? Sono vittime o sovrane delle forze della foresta? 

 
Titolo: "Quando il Diavolo mi ha preso per mano"
Autrice: April G. Tucholke
Casa editrice: Piemme
Collana: Freeway
Pagine: 264
Prezzo: 16.00
In arrivo: 15 Aprile
TRAMA
Nel paesino di mare dove abita Violet White non succede mai niente... fino a quando River West non affitta la casetta dietro la sua e incominciano ad accadere cose inquietanti. River è soltanto un bugiardo dal sorriso irresistibile e un passato misterioso? O dietro i suoi occhi ipnotici si nasconde qualcos'altro? La nonna di Violet l'aveva sempre messa in guardia dai giochi che sa fare il diavolo, ma lei non aveva mai pensato che potesse nascondersi dietro un ragazzo dai capelli scuri che si appisola in giardino, adora il caffè e ti fa tremare di passione. 

 
Titolo: "Outcast"
Autrice: Alina Bronsky
Casa editrice: Corbaccio
Pagine: 288
Prezzo: 16.40
In arrivo: 24 Aprile
TRAMA
Juliana ha 15 anni e vive in una società rigidamente strutturata dove i Normali controllano tutto e si tengono rigorosamente lontano da coloro che si comportano in modo anticonvenzionale. Juliana frequenta il liceo, abita in un quartiere ordinatissimo e segue tutte le regole della Normalità. Suo padre, esempio di omologazione e sua madre, una pittrice per hobby e più originale, sono separati. All’improvviso la madre scompare, la casa è sottosopra e piena di polizia e il padre sembra stranamente tranquillo. Cosa succede? E perché Julie sente suo padre definire sua madre una fata, uno degli essere più temuti e disprezzati dalla società dei Normali? In una corsa contro il tempo Julie dovrà confrontarsi con una realtà ben diversa da quella in cui è cresciuta. Dove le cose e le persone non sono bianche o nere e dove la diversità, l’originalità sono fonti di ricchezza e non cose da combattere. Ma è pericoloso là fuori, violento e pieno di sorprese. Julie ritroverà sua madre? E troverà se stessa? 

 
Titolo: "I misteri di Wayward Pines"
Autore: Blake Crouch
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Pagine: 360
Prezzo: 16.90
In arrivo: 22 Aprile
TRAMA
Wayward Pines, Idaho, parrebbe la tipica cittadina americana. Ma l'agente dei servizi segreti Ethan Burke, che ci arriva alla ricerca di due federali scomparsi, capisce presto che qualcosa non va. Finito in ospedale per un grave incidente, Ethan si ritrova stranamente senza documenti né cellulare. E poi la sua indagine sulla sparizione dei colleghi, invece di risolvere il mistero, solleva domande sempre più inquietanti. Perché Burke non riesce a mettersi in contatto col mondo esterno? Perché nessuno crede che sia chi dice di essere? E qual è lo scopo della recinzione elettrificata che circonda la città? Serve a non far uscire gli abitanti... o a non far entrare qualcos'altro? 



Titolo: "Extraunione e la Fortezza di Nugari"
Autore: Michele Raniero
Casa editrice: Il Ciliegio
Pagine: 296
Prezzo: 17.00
TRAMA

Il vice-generale Met Gresten e il fedele amico Sam Douson non hanno fallito la missione: l’inaspettata quanto improbabile alleanza fra Unione e la Società degli Uomini Morti è stata stretta, ed è quindi giunto il tempo di mettere da parte gli antichi dissapori e combattere fianco a fianco. Gli invasori neutoniani hanno ormai in pugno oltre metà del pianeta e, spintisi fino alle porte della Fortezza di Nugari, progettano la conquista dei territori di ExtraUnione. Met farà tutto ciò che è in suo potere per impedirlo e per difendere la città degli Uomini Morti dall'assalto dell'esercito del Primarca leader di Neuton.

Il vice-generale sarà in grado di convincere gli Uomini Morti a combattere al suo comando? Di trovare le parole giuste per persuaderli che, al di là delle diverse decisioni e delle divise indossate, il fine perseguito è lo stesso?


È tempo di risollevare la testa, di imbracciare le armi e riprendersi la propria libertà.

È tempo di combattere. 

Quali vi hanno incuriosito? :)













martedì 25 marzo 2014

"Tag- Thank You"


Carissimi lettori,
scusate la mia assenza, ma a causa di alcuni problemi con la mia tesi triennale, non riesco a essere presente.
Siate pazienti, non abbandonatemi <3
Oggi sono riuscita a fare un salto, così vi lascio il tag- Thank You, dove sono stata citata da Rowan, del blog Ombre Angeliche, che ringrazio tantissimo :)

  1. Inserire l'immagine del tag nel blog preparando il post
  2. Citare il blog che ti ha taggato
  3. Rispondi a ciò che viene richiesto in "Ringrazia", "Ringrazia il blog che..."
  4. Tagga i blog che ami di più
  5. Avvisare le blogger
  6. Chiedere ai lettori di passare in questi blog
  7. Chiedere di scrivere nei commenti a quali angolini hanno dato un occhio o si sono iscritti.
RINGRAZIA
1. Una frase per ringraziare tutti quelli che mi seguono
Vi ringrazio, perché magari in una giornata nuvolosa, in cui i miei pensieri sono cupi, voi siete il raggio di sole che fa cambiare la mia giornata e vi dico grazie, perché ogni volta che vedo un nuovo follower e un nuovo commento  mi fate sentire al settimo cielo, perché capisco che ciò che faccio è apprezzato. Grazie di esserci!!! 

2. Dì grazie in tutte le lingue in cui sai dirlo
Grazie, Thank you, Gracias.
  
3. Uno o più commenti che ti stanno a cuore
Sicuramente il commento che mi lasciò tempo fa Alessia, dove mi diceva di non abbattermi, perché secondo lei facevo un lavoro bellissimo. 
Però ogni singolo commento lasciato dai lettori è nel mio cuore.

4.Cita i lettori più accaniti a commentare
(o almeno pensi che lo siano)
 Angela, che passa quasi sempre a commentare il mio blog; Sophie, Clody, Cheetara-Sbirciando tra i libri, Monica, Mr.Ink, un libro per amico. 

5. Il primo commento ricevuto (se riesci ancora a recuperarlo)
Il primo commento fu di Carolina Venturini, il 31 Maggio 2011, alla mia recensione "Piovono cani, gatti e orsacchiotti" di Nina Magli. 
Il commento era: Pare molto interessante. Se volete possiamo dare risonanza a questa creazione anche sul mio blog.

6. Il post più commentato di sempre
Credo la recensione "La bambina dai capelli di luce e vento" di Laura Bonalumi

7. Le collaborazioni che più mi stanno a cuore
La collaborazione con la Piemme e con la Giunti Y, perché con loro per ora mi sono sempre trovata bene.
Ci tengo a tutte le collaborazioni, ma se devo pensare alle CE, appunto, con cui mi sto trovando bene perché sono sempre disponibili sono le due che ho citato.

 RINGRAZIA IL BLOG CHE...
1. Mi dà suggerimenti azzeccatissimi
Il blog di Mr.Ink, perché mi dà sempre ottimi consigli, sia per quanto riguarda i libri, sia per i film.
  
2. Ha una grafica che mi fa sognare 
Ha una grafica sempre stupenda Alessia, perché ne ha una bellissima e delicata per ogni stagione.

3. E' scritto con uno stile fantastico
Sempre i blog di Mr.Ink e Alessia. Il primo perché riesce a scrivere delle frasi poetiche per ogni recensione, che riescono a trasmettere le sensazioni provate durante la lettura del libro; Alessia invece perché riesce a creare un'atmosfera accogliente, che ti fa sentire a casa.

4. Ha sempre un bellissimo nuovo post
Sarò ripetitiva, ma certamente Mr.Ink, e anche Reina, perché ha dei post sempre magici e particolari.

5. Organizza meravigliosi giveaway
Alessia, Monica, e Daydream.

6. Mi ha fatto un regalino
 Rosa, quando per ringraziarmi della collaborazione, mi regalò un libro che desideravo, con una dolce dedica.

7.  Mi ha spinto a crearne uno
Credo che mi abbiano fatto balenare alla mente l'idea di aprire un blog, Fra e Fede.

8. Vorresti far crescere
Il blog di Jo', perché è una persona  talentuosa, con una grande energia.

9. Si merita i tantissimi membri che ha
Di nuovo Mr.Ink, Alessia, Monica e Daydream.  

TAGGA I BLOG CHE TI STANNO PIU' A CUORE

CHIEDERE AI LETTORI
di passare in questi blog a fare una visitina o addirittura a iscriversi
perché secondo me potreste trovare suggerimenti interessanti e perché sono gestiti da persone carinissime.

PER I LETTORI
fare sapere in quali avete dato un occhio e vi siete iscritti
Sarei molto curiosa, anche per sapere se trasmettono anche a voi ciò che suscitano in me :) 

Un bacione cari lettori <3 <3 <3    
  
 

sabato 8 marzo 2014

"Ritratto di Signora- Speciale 8 Marzo"


In occasione della giornata della donna, come ogni anno, Ritratto di Signora torna con un'edizione speciale. 
Abbiamo voluto racchiudere nella forza di un'immagine alcuni dei significati dell'essere donna.


 
Per me è "essere capace di fare più cose contemporaneamente e farle pure bene"


 Per Monica di Books Land
"La femminilità racchiusa in un gesto. Questa foto è dedicata a tutte le mamme del mondo, e a tutte quelle donne che di bambini non ne possono avere.. si può essere “mamma” in tanti modi, l’importante è donare amore"


foto di Miki Lina. 
Per Miki di Miki in the Pinkland
"L’essere donna nella forza di uno sguardo, nella determinazione incisa sul corpo, indelebile nella mente, impressa nel dolore. Dedicato a tutte le donne che si ritrovano a dover accettare un corpo diverso, una diversa femminilità, rimanendo bellissime. Sempre."

foto di Monica Pizzo. 
Per Daniela di Un libro per amico
 "Un'immagine capace di cambiarti la vita. 6.5 centimetri di amore, un cuore che batte in tutta la sua fragilità, una vita che in un attimo ti trasforma da donna a mamma"


foto di Federica Agrillo. 
Per Federica di Stasera cucino io
 "Perchè alle volte abbiamo tutto un mondo dentro e non sappiamo come fare in modo che gli altri lo vedano"

  "Cos'è per voi invece l'essere donna?"
Se vi va commentate o lasciate una foto che esprima il vostro pensiero.

Buona Festa della Donna!!
 

mercoledì 5 marzo 2014

Recensione "L'estate del Coniglio Nero"


Titolo: "L'estate del Coniglio Nero"
Autore: Kevin Brooks
Casa editrice: Piemme
Collana: Freeway
Pagine: 434
Prezzo: 15.00
TRAMA
È un’estate torrida e Pete ha già passato diverse settimane senza fare altro che ciondolare per casa. Fino a quando una telefonata gli cambia la vita per sempre. È Nicole, gli chiede di vedersi. Presto si separeranno, ognuno per la propria strada, il college, Parigi... Sarebbe bello incontrarsi per l’ultima volta con il gruppo dei vecchi amici, solo loro quattro: Pete, Nicole, Eric e Pauly. Pete le chiede di Raymond, anche lui è un vecchio amico, fa parte del gruppo. È vero, è un tipo strano, sembra vivere in un mondo tutto suo al cui centro c’è un coniglio nero; ma Pete gli è molto legato e vuole che sia con loro. Quella notte, però, quando si trovano al luna park, Raymond scompare. E anche Stella Ross, una ragazza del loro liceo diventata famosa. Tutti pensano che i due eventi siano collegati, che Raymond lo strano sia il colpevole. Pete vuole dimostrare a ogni costo che si sbagliano, ma quando segreti, rancori e vecchie gelosie mettono gli amici uno contro l'altro, anche le sue certezze cominciano a incrinarsi...

RECENSIONE
In questo romanzo si può vedere il passaggio dall'infanzia all'adolescenza -tutte le sfumature dell'adolescenza, a seconda del contesto e dell'educazione ricevuta-  dove i passatempi cambiano, da innocenti a molto pericolosi, con il rischio poi di non sapere gestire le situazioni, arrivando a conseguenze drammatiche, ed è anche il periodo dove si comincia a capire chi sono i veri amici.
Protagonista è Pete, un ragazzo di 16 anni, che all'inizio dà l'impressione di essere abbastanza depresso, perché passa le giornate estive chiuso in casa, passando da una stanza all'altra senza far niente, incapace di agire o prendere decisioni  e solo dopo la scomparsa di Stella e Raymond ha un cambiamento radicale, trasformandosi in un piccolo investigatore e diventando quasi incosciente, come se la sua vita non avesse un valore, visto che rischierà di morire più volte, agirà d'impulso e farà di tutto per ritrovare il suo amico Raymond, ma essendo appunto ancora molto giovane non vede i reali pericoli a cui va incontro.
Il Coniglio Nero in questa vicenda è una sorta di Grillo Parlante, che avverte Pete del pericolo, ma come Pinocchio, anche il giovane non l'ascolta e solo dopo alcuni eventi tragici comincia a prestarli attenzione.
Tra i personaggi Raymond è certamente il più interessante, così particolare e diverso dagli altri. Mi sono affezionata molto presto a lui, per la sua storia, che anche se viene presentata a grandi linee s'intuisce senza problemi, portandomi a provare per lui tenerezza, compassione, e rabbia per come viene trattato dalla maggior parte della gente.
L'estate del Coniglio Nero è una storia young a tinte scure, un giallo ben scritto, che in un'atmosfera cupa porta il lettore a provare angoscia, a far congetture fino alla fine.
L'inizio è abbastanza lento, ma la storia riesce a prendere il ritmo con le strane sparizioni, in un turbine di eventi, interrogatori e segreti svelati. Peccato per alcuni errori di battitura.
L'autore mostra anche i pericoli dell'alcool e della droga, due mostri che trasformano le persone.
Il finale è molto aperto, l'enigma viene risolto solo a metà, e spero quindi che l'autore abbia già messo in cantiere il seguito.
La cover mi ha fatto pensare subito a Donnie Darko, ma a parte il fatto che anche in questo caso il coniglio cerca di avvertire il protagonista di un pericolo, sono due storie diverse. 
Per una volta preferisco la cover italiana, rispetto a tutte le altre versioni.  Voi che ne pensate?

                  

L'AUTORE
Kevin Brooks è nato e cresciuto a Exeter, in Gran Bretagna. Terminata la scuola si è trasferito a Londra per cercare di diventare una rock star. Dopo aver lavorato in uno zoo, un crematorio e un ufficio postale, ha cominciato a fare quello che gli riusciva meglio: scrivere libri per ragazzi. Attualmente vive nello Yorkshire ed è un acclamato autore.

lunedì 3 marzo 2014

"Ritratto di Signora" (26)

Buon Lunedì :)
Questo mese a "Ritratto di signora" è il mio turno :)
Potete leggere questo articolo anche sui blog: Miki in the PinklandStasera cucino ioBooks LandThe Pauper Fashionist e Un libro per amico.


Grandi occhiali neri, rossetto rosso fuoco, caschetto ed abito anni '20 e un timbro di voce decisamente particolare.

Le luci si spengono, cala il silenzio, la musica parte e una voce piacevole, chiara e pulita, riempie la sala dell'Ariston, una voce che non crederesti mai provenire da quella ragazza.

La canzone termina, ma ormai il motivo come un eco si ripete nella testa... Sincerità, adesso è tutto così semplice, una melodia che piace subito ai bambini e che fa diventare il festival di Sanremo una festa anche per il pubblico giovanissimo.

Come avrete capito, questo mese ho voluto dedicare "Ritratto di signora" ad

ARISA

 Questo accadeva nel 2009, anno in cui vinse la categoria "Nuove proposte" e il premio della critica Mia Martini, con la canzone "Sincerità": l'inizio per lei di una grande carriera.
 

Arisa è un po' la pecora nera della situazione, con quel look retrò, il suo timbro vocale, il modo di rispondere schietto e infatti non viene presa sul serio.

Intanto però la sua carriera decolla: si esibisce agli Wind Music Awards, esce il suo album e partecipa al concerto "Amiche per l'Abruzzo".

Nel 2010 calca di nuovo il palco di Sanremo con "Malamorenò", insieme al trio Sorelle Marinetti, e di nuovo si differenzia da tutti, portando colore e originalità. Il look a distanza di un anno è cambiato: il caschetto ha lasciato il posto a capelli ricci e ad un paio di occhiali tondi disegnati da lei. 
 

Nello stesso anno entra a far parte del cast di Victor Victoria e stavolta si stenta a riconoscerla, perché gli occhiali sono spariti, sostituti da lenti a contatto, e anche gli abiti cominciano a trasformarsi, fino a quando a X Factor ci troviamo di fronte ad una nuova Arisa, più sensuale.

Come il suo look, anche le sue canzoni cambiano completamente, e grazie a "La notte", in cui parla della fine del suo amore con Giuseppe Anastasi, conquista anche il pubblico adulto.

Perché ho deciso di parlare di Arisa?

L'idea mi è venuta dopo la sua vittoria quest'anno al Festival di Sanremo con "Controvento", una canzone per cui ho tifato fin dall'inizio, l'unica che mi ha colpito per la melodia e per il testo. Ho cominciato a pensare al suo carattere e alla sua carriera e ho capito che meritava di comparire tra gli articoli di "Ritratto di signora".
 

Rosalba Pippa è semplice, è un'artista che non si è montata la testa e che è sempre stata disponibile per i suoi fan.

E' molto legata alla sua famiglia, basti pensare al suo nome d'arte Arisa, acronimo dei nomi della sua famiglia; è schietta e sincera. Ha iniziato la sua carriera con un look spiritoso, perché quando era piccola tutti la consideravano più grande della sua età - a 9 anni aveva già il seno e veniva scambiata per la maestra - per questo una volta cresciuta e diventata adulta ha voluto rimediare a questa mancanza ed è stato un passaggio che le è stato necessario per passare poi al livello successivo: l'essere donna, imparando ad accettare le forme generose, valorizzandole, invece di nasconderle, e a volersi bene, senza però perdere la sincerità che la contraddistingue.

Per questo mi piace, perché è una donna come noi e un'artista vera, che scappa dal palco pur di non dare in pasto ai paparazzi le sue emozioni - secondo me - dopo aver ascoltato le bellissime parole della madre, orgogliosa di lei, e che non tiene conto del marketing.

Io ci credo nella musica (...) se fossi rimasta quella di un tempo avrei assecondato un mercato che mi vuole cosi, invece, la mia caratteristica è la sincerità anche con il rischio che il pubblico non mi veda. Credo che un'artista debba essere portatore di verita, anche piccole, e non dover pensare a fare musica per comprarsi uno yacht a Portofino.

Un bacio

Franci

Al prossimo mese, 

Franci, Monica, Miki, Fede, Clara e Daniela.