mercoledì 27 novembre 2013

Arriva "You and Me" di Valentina F. insieme a un contest per voi

Il 28 Novembre
Dopo tre anni di assenza dalle librerie, torna Valentina F., l’autrice bestseller per teenager, con un romanzo delicato e toccante, una storia per il cuore di qualsiasi età.


 Una storia d’amore delicata e tormentata, un rutilante affresco di emozioni che tolgono il fiato e fanno uscire un sorriso. Una storia per il cuore di qualsiasi età.

Titolo: "You and Me"
Autrice: Valentina F.
Casa editrice: Leggereditore
Pagine: 248
Prezzo: 13.00
ebook dal 21 in anteprima: 2.99 
TRAMA 
Ci sono storie che nascono dal cuore: basta uno sguardo, un impercettibile battito di ciglia, un movimento improvviso che attira l’attenzione o un piccolo sorriso che appare così, senza volerlo. E poi ci sono dei luoghi magici che sempre ritornano, quasi per caso; custodiscono ricordi, emozioni, delusioni, sogni, gioie e a volte anche qualche dolore. E infine ci sono le parole, quelle che riempiono il cuore, ti tormentano o ti rendono felice, ti sorridono o leniscono la tua pena come balsamo della vita.

Tutto questo accade a Clara il giorno in cui conosce Dante; il tempo si ferma, il cuore perde un colpo, il corpo reagisce da solo, e tutto, in un attimo, ha un senso compiuto. Il luogo? Una libreria dove il tempo si è fermato e i sentimenti fanno le capriole fuori dai libri. Ma ogni storia che nasce dal cuore porta con sé qualche sorpresa perché a volte l’amore fa rima con stupore.

Per l'uscita di questo nuovo romanzo è stato creato il sito legato all'autrice http://www.tvukdb.it/ dove è stato indetto un contest in cui sarà data la possibilità, a chiunque voglia partecipare, di essere pubblicato in formato ebook.

Per saperne di più potete cliccare sul sito o sul banner che trovate qui nel mio blog nella colonna a destra :)

martedì 26 novembre 2013

Recensione "Come inciampare nel principe azzurro" di Anna Premoli





Titolo: "Come inciampare nel principe azzurro"
Autrice: Anna Premoli
Casa editrice: Newton Compton
Pagine: 320
Prezzo: 9.90
TRAMA
Quale ragazza non sogna di sfondare nel proprio lavoro sfruttando la possibilità di trascorrere un anno all’estero? È proprio questa la grande opportunità che un giorno si presenta a Maddison: ma l’inaspettata promozione arriva sotto forma di un trasferimento dall’altra parte del mondo, in Corea del Sud!
Maddison, però, è solo all’apparenza una donna in carriera. In realtà è molto meno motivata delle sue colleghe e per nulla attratta dall’idea di stravolgere la sua vita. Come è possibile che abbiano pensato proprio a lei, che del defilarsi ha fatto da sempre un’arte, che ha il terrore delle novità e di mettersi alla prova? Una volta arrivata in Corea, il suo capo, occhi a mandorla e passaporto americano, non le rende neanche facile adattarsi al nuovo ambiente. Catapultata in un mondo inizialmente ostile, di cui non conosce nulla, di cui detesta le abitudini alimentari e non solo, Maddison si vedrà costretta a tirar fuori le unghie e a crescere una volta per tutte. E non è detto che sulla sua strada non si trovi a inciampare in qualcosa di bello e del tutto imprevisto!

RECENSIONE
"L'amore non è bello se non è litigarello": questo detto è perfetto per questa storia "romantica", dove non vi troverete davanti a due piccioncini che passano tutto il giorno a sbaciucchiarsi e a dirsi dolci frasi, ma di fronte a due che si guardano in cagnesco, che si tirano frecciatine, e per farvi capire vi cito una frase di Maddy "prima o poi ucciderò quest'uomo. Mi metteranno in prigione, ma ne sarà comunque valsa la pena.", quindi non vi aspettate un romanzo sdolcinato, ma tenete invece a portata di mano un bicchier d'acqua o la persona più spaventosa del mondo, perché dalle risate che forse vi farete può darsi che vi verrà un bel singhiozzo.
Anna Premoli mi ha incantato con la sua dolce dedica al figlio e ha continuato fino alla fine, perché possiede un sense of humour eccezionale, tanto che quasi fin da subito ho cominciato a segnarmi le battute.
E' una storia che scorre piacevolmente, se non fosse per alcuni errori di battitura di troppo, che a volte capitano anche nei momenti più intensi, e questo è un peccato, perché altrimenti la storia si meriterebbe un bel 10.
Parlando dei due protagonisti: Maddison mi è stata subito simpatica, perché mi sono rivista un pochino in lei, per il fatto che ha paura delle novità, ha una mente catastrofica, le piace dormire, considerando i coreani persone con disturbi del sonno, (se no come mai si alzerebbero così presto?), però verso la fine la simpatia nei suoi confronti è andata un pochino scemando, perché avrei voluto prendere una sveglia e azionarla per dirle "sveglia Maddy!! ma non ci sei ancora arrivata?", però è stato solo un pensiero momentaneo, perché ragionando ho capito che era la razionalità, la paura e l'insicurezza a parlare per Maddy, la quale cercava in tutti i modi di mettere il silenziatore al suo cuore.
Mark, l'uomo perfetto, mi ha conquistato quasi fin da subito, avendo capito che sotto la sua scorza d'acciaio si nascondeva un principe azzurro.
Tra i personaggi secondari ho adorato la nonna di Mark, dolce, moderna e senza peli sulla lingua.
Come inciampare nel principe azzurro, perché per Maddy non è per niente chiaro che la persona che ha di fronte è un principe, visto che a lei sembra più il Tremotino dei giorni nostri.
Se avete voglia di ridere di gusto, di conoscere alcuni luoghi, le usanze della Corea del Sud e di una storia d'amore atipica, questo è il libro per voi!


L'AUTRICE
Anna Premoli 
Nata nel 1980 in Croazia, vive a Milano dove si è laureata in Economia dei mercati finanziari, presso la Bocconi. Ha lavorato alla J.P. Morgan e, dal 2004, al Private Banking di una banca privata, dove si occupa di consulenza finanziaria e ottimizzazione fiscale. La matematica è sempre stata il suo forte, la scrittura invece è arrivata per caso, come “metodo antistress” durante la prima gravidanza. Con la Newton Compton ha pubblicato Ti prego lasciati odiare, vincitore del Premio Bancarella 2013. Il romanzo è stato per mesi ai primi posti nella classifica dei libri più venduti e la Colorado Film ha acquistato i diritti per la trasposizione cinematografica. Anche Come inciampare nel principe azzurro è stato un successo del self publishing, arrivando ai primi posti della classifica.

domenica 24 novembre 2013

"In my mailbox" (35)





Buona domenica lettori :)
Qui oggi finalmente sembra che il sole abbia smesso di giocare a nascondino e sia uscito allo scoperto.
Come ogni domenica vi presento le mie ultime entrate :)

Dalla casa editrice Salani, che ringrazio
 

Titolo: "Hope-L'ultimo segreto del Fuoco"
Autore: Cailìn Og
Casa editrice: Salani
Pagine: 544
Prezzo: 14.90
TRAMA
Una volta, tanto tempo fa, gli dèi dichiararono guerra al mondo, e il mondo cambiò. Le città scomparvero, costellando dei propri resti una natura ostile. Gli dèi si dimenticarono della Terra e gli esseri umani presero a vivere di ricordi. Fino a oggi.
Hope ha tredici anni, occhi verdi e capelli rossi. Non conosce i suoi genitori né il suo passato. Però possiede un dono pericoloso: sa creare il fuoco con un puro atto di volontà. Basta poco perché sia bollata come strega; ma qualcuno dice che lei è in realtà una Prescelta, l’Erede di Prometeo, l’unica in grado di opporsi agli dèi quando torneranno per riprendersi la Terra. E quella che sembra una favola per bambini, un giorno diventa orribilmente vera: gli Immortali sono pronti a scatenare un’orda mostruosa per invadere il mondo. In un viaggio allo stesso tempo epico e folle, dove immaginazione e realtà superano ogni limite, Hope scoprirà se stessa e il proprio destino, affrontando nemici da incubo con spavalda innocenza e trovando amici insperati proprio quando ha perso ogni cosa. In un mondo che, all’improvviso, si aspetta tutto da lei, Hope diventerà il simbolo di un’umanità che si risveglia, che accetta i mostri dentro di sé e ne usa la forza per forgiare desideri, verità e futuro. Un romanzo che è un sogno a occhi aperti. Come la Speranza.

Da Harlequin Mondadori, che ringrazio

 

Titolo: "The Returned"
Autore: Jason Mott
Casa editrice: Harlequin Mondadori
Pagine: 336
Prezzo: 16.00
TRAMA
Per Harold e Lucilie Hargrave la vita è stata felice e amara allo stesso tempo, da quando hanno perso il figlio Jacob il giorno del suo ottavo compleanno, nel 1966. In tutti questi anni, si sono adattati a una vita tranquilla, senza di lui, lasciando che il tempo alleviasse il dolore... Finché un giorno Jacob, il loro dolce, prezioso bambino, misteriosamente, ricompare alla loro porta, in carne e ossa. E ha ancora otto anni. Qualcosa di strano sta succedendo... i morti stanno tornando dall'aldilà. Mentre il caos rischia di travolgere il mondo intero, la famiglia Hargrave di nuovo riunita si ritrova al centro di una comunità sull'orlo del collasso, costretta a fare i conti con una realtà nuova quanto misteriosa e con un conflitto che minaccia di sovvertire il significato stesso di genere umano. 

Dall'autore Gerardo Guerra, che ringrazio

Titolo: "Il velo che ricopre le tenebre"
Autore: Gerardo Guerra
Casa editrice: Lulu
Pagine: 167
Prezzo: 15.00
TRAMA
Cinque amici trovano un libro antico interamente composto da pagine bianche. Chi lo legge impazzisce. A chi apparteneva il libro? Indagini, streghe, inquisizione, roghi. E ogni tanto compare pure il diavolo. Un viaggio in una Praga magica. In una Padova sconosciuta ai più. In una Chioggia da scoprire. Tra verbali di processi per stregoneria realmente avvenuti e la leggenda delle streghe della Val Camonica.

Dalla casa editrice Newton Compton, che ringrazio

978-88-541-5779-8

Titolo: "Il nostro infinito momento"
Autrice: Lauren Myracle
Casa editrice: Newton Compton
Pagine: 288
Prezzo: 9.90
TRAMA
Per tutta la vita Wren Gray non ha fatto altro che compiacere i genitori, fino a far coincidere i suoi desideri con i loro. Ma ora che il giorno del diploma si sta avvicinando, Wren si rende conto che qualcosa è cambiato in lei, che forse è arrivato il momento di cercare la sua strada, di seguire il suo istinto e i suoi sogni.
Ma non è facile capire che cosa desidera veramente e per chi batte il suo cuore… Charlie Parker invece sa benissimo che cosa desidera: Charlie ama Wren, e la ama dal primo momento in cui l’ha vista. Ma Wren è bellissima, brillante e sexy, e lui è sicuro che una ragazza così non potrà mai innamorarsi di un ragazzo timido e problematico come lui.
Eppure il destino è scritto nelle stelle, e quando la scuola finisce e arriva finalmente l’estate, Wren e Charlie si troveranno uno accanto all’altra. Per un momento infinito i loro corpi si toccano, le loro anime si sfiorano, e sopra di loro il cielo sarà il magico testimone dell’inizio del loro grande amore…

Dall'autrice Ilenia Bellezza, che ringrazio

 

Titolo: "Oltre il confine"
Autrice: Ilenia Bellezza
Casa editrice: youcanprint
Pagine: 310
Prezzo: 14.00
TRAMA
Sabrina Baldi è una giovane ragazza di diciannove anni, con un grande sogno nel cassetto: diventare pediatra. Prima di affrontare il lungo percorso universitario decide di passare la sua estate a Como, luogo della sua infanzia, per sostituire la nonna Ginevra nel suo lavoro. Un impiego di soli due mesi, che la vedrà al fianco di Flora una amica di infanzia della madre, nella preparazione di alcune serate di beneficenza.
Ma i suoi piani verranno stravolti quando incontrerà Aleksander Savi, un ragazzo affascinante, tenebroso, ma dall'animo oscuro. Le loro vite presto si metteranno a confronto in una lotta tra attrazione e amore, dove Sabrina, sprovveduta alle prime armi, cercherà di domare la passione che la spingerà verso questo ragazzo enigmatico e dalla bellezza travolgente.
Quello che ancora non sa è che la terra rossa della Sierra Leone brucia negli occhi azzurri di un bambino diventato uomo. E la scintilla che anima il suo odio è la sola cosa che Sabrina deve temere insieme alle ombre di un passato che giacciono ferme in attesa del momento propizio.

Quale vi ispira? E voi avete acquistato o ricevuto qualche romanzo?

venerdì 22 novembre 2013

"Alcune letture che potrebbero interessarvi"


Buon pomeriggio cari lettori,
in queste settimane ho ricevuto alcuni consigli di lettura, così ho deciso di creare questo post per presentarveli :)




Titolo: "La piscina delle mamme"
Autore: Filippo Gigante
Casa editrice: Lettere Animate
Pagine: 122
Prezzo: 10.00
ebook: 1.49
TRAMA
Dopo gli eventi della Seconda Guerra Mondiale, la Cecoslovacchia è sotto il dominio dell'Unione Sovietica e un'ondata di emigrazione porterà centinaia di cittadini a trovar fortuna altrove. Questa è la storia di Olga e Berta, due donne nate nella splendida città di Praga e che col cuore ferito dal dolore del passato giungeranno in un paese italiano  che si affaccia su un suggestivo lago. Qui, attraverso la ricerca di nuove abitudini, sogni letterari, particolari vicini di casa e passioni artistiche e gastronomiche, saranno pronte a tuffarsi, insieme a voi, nell'originale e scanzonata visione di una vita che, nonostante tutto, riesce ancora a far innamorare anche chi è certo di aver perduto ogni speranza. Un romanzo dedicato a chi si sente eroe ogni giorno e a tutte le donne che si sentono mamme nella loro piscina di storie ed esperienze.



Libro Cartaceo

Titolo: "Ombra Bianca"
Autore: Cristiano Gentili
Casa editrice: Ota Benga
Pagine: 320
Prezzo: 10.00
ebook: 3.99
TRAMA 
Siamo su un’isola nel cuore dell’Africa, dell’Africa autentica, in un luogo dove non arrivano gli echi chiassosi del turismo, dove non ci sono resort né safari per viaggiatori in cerca di esperienze esclusive a pagamento.
Durante la stagione delle piogge una giovane donna posa sulle ginocchia di un uomo europeo una neonata dai lineamenti africani ma dalla pelle bianca come il latte: “Lei è Adimu. La riporto da dove viene”, gli dice. L’uomo è un ricco proprietario di una miniera d’oro, discendente di coloni inglesi. Adimu è un’anomalia per i suoi conterranei; è una bambina africana albina animata dall’inconsapevole istinto di farcela nonostante tutto. Cosa accadrà a loro e cosa potrebbe succedere a noi, “bianchi” in Africa, in una realtà lontana caratterizzata da usi, costumi, sapori, suoni, così differenti dai nostri?
Un viaggio nei meandri delle più intime emozioni umane.

Questo libro è stampato su carta amica delle foreste FSC misto e PEFC, non sbiancata con cloro.
Stampato dalla prima stamperia al mondo (un’azienda italiana) alimentata esclusivamente da energia solare.
La versione Epub di Ombra Bianca ha ottenuto il Bollino Lia (www.progettolia.it) come ebook perfettamente accessibile da persone ipovedenti e non vedenti (lettura braille digitale, lettura audio). È stata creata inoltre la versione Epub e Mobi con uno speciale Font/Carattere (Opendyslexic) per facilitare la lettura alle persone con dislessia.

Per saperne di più potete visitare il sito: www.ombrabianca.com



Titolo: "Ascoltavo le maree" 
Autore: Guido Mattioni
Casa editrice: Ink
Pagine: 216
Prezzo: 14.00
TRAMA
Un “io narrante” italiano intimamente smarrito, ma in cerca di una nuova vita. Un’antica città americana del Vecchio Sud ospitale con i vivi e con i propri amati fantasmi. Una fioraia che adora le scarpe e venera il prossimo. Il culto dell’Amicizia e la religione del Ricordo. Un gatto pescatore che non si allontana mai dal suo molo né dai propri simili, animali dalla profonda saggezza. Un ricco eccentrico divenuto tassista per noia e psicologo per vocazione. Una statua che sa ascoltare e un vecchio afroamericano che si interroga sui grandi misteri della vita. Un sindaco rispettato, pur se senza municipio.  Con altri coloriti personaggi si incrociano su uno scenario dove il blu argentato di un grande fiume e delle maree oceaniche si fonde ogni sei ore con il verde di una Natura dalla struggente bellezza. E tutti, insieme, danno vita a una favola moderna e senza confini nella quale sogno e realtà si fondono. Il diario di viaggio intimo nell’anima di un uomo alla riscoperta di se stesso. Una struggente evocazione del dolore e la gioiosa affermazione della vita.

Una favola adulta che commuove e fa sorridere.



Titolo: "Le terre magiche di Midendhil-la missione dell'ultimo custode"
Autore: Davide Simon Mazzoli
Casa editrice: Sperling e Kupfer
Pagine: 416
Prezzo: 14.90
TRAMA
Un paesino della Toscana, oggi. Il primo anno di liceo, si sa, può essere difficile. Ma per Leonardo è molto più che difficile. È un incubo. Il professore di scienze non perde occasione per tormentarlo e la ragazzina per cui ha preso una cotta colossale non lo degna nemmeno di uno sguardo. Povero Leo. Le cose non potrebbero andare peggio. O forse sì? In effetti, la situazione si complica. Leo comincia ad avere strane visioni. Visioni che lo tormentano giorno e notte e che lo trasportano in un mondo sconosciuto. Terrorizzato, Leo chiede aiuto alla sua famiglia e scopre così un segreto incredibile: al centro dell’Universo si nasconde una terra chiamata Midendhil, e Leonardo ne è l’ultimo custode. Ora Midendhil è in grande pericolo perché il Nero Sovrano ha tentato di rubare le otto sfere di Sidhit che regolano l’equilibrio dell’Universo. Spetta a Leonardo riportare le sfere a Midendhil e salvare così l’Universo intero. Una missione difficile, quasi impossibile. E Leonardo è solo un ragazzino. Riuscirà a sostenere il peso di un destino tanto straordinario?


UN ROMANZO CHE È ANCHE  UN PROGETTO GLOBALE: SI SVILUPPERÀ ATTRAVERSO IL SITO WEB WWW.MIDENDHIL.COM/IT, UN’APP E UN FORMAT TV DI ENDEMOL.
MIDENDHIL DIVENTERÀ POI UN GRANDE CENTRO DIVERTIMENTI A ORLANDO, IL MIDENDHIL EXPERIENCE, E IN FUTURO UNA SERIE DI PARCHI A TEMA IN ITALIA, I MIDENDHIL ADVENTURE.
LA PRIMA GRANDE GIOSTRA DI MIDENDHIL SARÀ PRESENTATA ALL’ATTRACTION EXPO IAAPA 2013 IN PROGRAMMA A ORLANDO DAL 19 AL 22 NOVEMBRE.
IL ROMANZO SUPPORTA IL PROGRAMMA ALIMENTARE MONDIALE (WFP) E NE SOSTERRÀ I PROGETTI NEI PAESI PIÙ POVERI DEL MONDO.


Generi diversi, che spero possano accontentare ogni gusto :)
Scusate i pezzi in bianco e le scritte non unite, ma come al solito Blogger non collabora. Oggi ho provato più volte a sistemare le cose, ma non c'è proprio verso.

lunedì 18 novembre 2013

"Ritratto di signora" (23)


Questo mese la parola va a Clara :)
Potete leggere questo articolo anche sui blog: Miki in the PinklandStasera cucino ioBooks LandThe Pauper Fashionist.

Questa è una storia che fa brutto.
Anzi, non brutto, proprio brutto brutto, eh.
Sedetevi, prego.
Siamo negli anni 50, ma non quelli in cui si cotonavano i capelli e si metteva l'eyeliner.
No, nemmeno quelli in cui si andava in giro col decolletè in bella vista, anche se questo racconto è ambientato in un paese dove faceva un caldo bboia e quindi per forza che tutte uscivano con la mercanzia al vento.
Dai, indovinate dove siamo.
Chi ha detto Canicattì? No, sbagliato.
Manco Rio de Janeiro, no.
Amici, romani, concittadini: siamo in Egitto. E tra un po' capirete perchè c'ho inserito quel “romani”.
Dunque, Egitto. Non c'erano I cammellieri che cercavano di scroccare soldi ai turisti giapponesi davanti alle Piramidi, non c'erano I venditori di stampe su finta pergamena made in China, non c'erano gli hotel a cinque stelle in cui comunque è meglio non mangiare polpette perchè si sa che che non si è mai sicuri di quello che ci mettono dentro 'sti benedetti cosi (che magari va a finire come quando ti prendi quelle dell'Ikea e scopri di esserti pappato il cavallo preferito di Moira Orfei)...però c'era il Nilo, e c'erano le casettine belline di fango, e c'era tanto, tanto scazzo nell'aria. E perchè mai, direte voi, 'sti egiziani c'avevano da stare imbronciati?
C'avete ragione mortacci loro, io sono qua in mezzo alle risaie e alla nebbia e loro lì beati e hanno pure il coraggio di stare sversi, hanno.
Eh, amici, il fatto è che brutte cose brutte assai si prospettavano per il paese: sul trono sedeva Tolomeo XIII, detto “u strunz”.
Tolomeo era più viscido di una lumaca, anche se sicuro sicurissimo lui manco sapeva cosa fossero le lumache, perchè se una lumaca diceva alla sua famiglia “Cia' regà, me ne vado in vacanza in Egitto” dopo due minuti in spiaggia sotto il sole diventava più secca e grinzosa di un hamburger del Mc Donald's.
Dicevamo, il nostro Tolomeo aveva, a quel tempo, dato ospitalità a Pompeo, triumviro romano, nemico ed ex socio del celebre Cesare e fondatore della famosa compagnia calzaturiera “Pompea no stress”.
Gli affari di recente non erano andati molto bene, e così Pompeo aveva deciso di dare una bella lezione a Cesare a Farsalo, così quel burino avrebbe capito quale terribile sbaglio aveva commesso a non voler mettere in commercio le calze-per-i-vegani-calde-come-quelle-di-lana-ma-non-di-lana.
Oh sì, avrebbe pagato quell'errore col sangue.
Peccato che Pom, vuoi per il troppo stress, vuoi per i troppi Mc Bacon che si era magnato mentre guardava gli spettacoli al Colosseo, venne miseramente sconfitto in quel triste giorno del 48 e corse a chiedere asilo in Egitto.
“Oh, caro, caro Pompeo – disse Tolomeo – ma certo che ti offrirò la mia protezione! Aspetta, aspetta, è una svendita di calze all'ingrosso quella che vedo là dietro??”
Manco il tempo di girarsi e il nostro amico era già stato decapitato. Più senza testa di Maria Antonietta e più sfigato di Paperino, un minuto il romanaccio stava a provarsi autoreggenti e quello dopo puf!, sparito.
Tolomeo, gonfio di orgoglio, era già tutto ringalluzzito al pensiero di presentare la testa a Cesare su un piatto d'argento, sicuro di ingraziarselo.
Peccato che il buon Cesare non apprezzò per nulla quel gesto e lo trovò immensamente scortese, perchè ok che ogni paese ha le sue tradizioni, ma non è buona educazione tagliare la testa agli ospiti, e su questo non ci piove.
Quando l'egiziano gli portò il capo dell'ex triumviro, il generale romano mise in pausa la partita Lazio-Juve su Skype e, ci tramandano le fonti, pronunciò tali parole: “Ah Tolomè, io uno più burino di te non l'ho mai visto! Nun se fa così, ecco, provace n'antra vota e te spiezzo in due. Mo famo 'na cosa, io governo l'Egitto, tu te ne stai buono e muto sul trono e non rompi er BIIIIP e tutti semo felici. Ah, e domani voglio vedere te e tua sorella Cleopatra qua nel mio palazzo. Ora vattinne che c'è il servizio della D'Urso su Totti e la Blasi e Scianel, sciò”.
Alt! Fermi tutti! Se vi state chiedendo:
)   1)  Ma che sta a dire questa? 
    2) Ma si droga?
      3) Non dovevamo parlare di signore, signorine e compagnia bella?
Nell'ordine vi posso rispondere:
1)      Era un preambolo, e fatevi una bella iniezione di pazienza, cheddiamine. 
2)      No. O forse mi drogo troppo per ricordarmi che mi drogo.
3)      Ecco, ora comincia la nostra storia.  
 
Cleopatra è, come si suol dire a Oxford, una bella gnocca. E' giovane, minuta e affascinante. 
Sa che il fratello ha già provato a spezzarle le corna e lo farebbe volentieri di nuovo, perchè Tolomeo è appunto più viscido della lumaca detta sopra, e quindi la nostra amica ha bisogno di un alleato potente.
Deve fare un'entrata strafighissima a palazzo che gli permetta di impressionare Cesare ma anche di evitare che il fratello la sgami mentre è nella reggia.
E dunque? E mo? E che famo? Vabbè, che domande: quello che ogni donna farebbe, avvolgersi in un un tappeto e farsi recapitare nella stanza del romano de Roma!
Immaginatevi la Cleo che esce come una colomba dal cilindro, vestita di lino bianco, ingioiellata, coi capelli corvini lucidi...come faceva Cesare a non prestarle attenzione? Sicuramente gli si saranno drizzate le...antenne.
E niente, per farla breve i due si innamorano, sconfissero Tolomeo, fecero un pupo (Cesarione) e un viaggio a Roma. Ah sì, e Cleo sposò l'altro suo fratello Tolomeo XIV, ma tanto lui nessuno se lo fila mai.
I piccioncini stettero nell'Urbe per due anni, e Cleopatra fu ovviamente chiacchierata e guardata con sospetto, un po' come un'anziana guarda male ogni ipotetico scippatore sul bus o come Bossi guarda gli stranieri.
Passò un giorno, ne passò un altro, poi a marzo del 44...zac, Cesare venne pugnalato alle spalle.
Letteralmente, eh.
La nostra eroina tornò in Egitto ma non si perse d'animo: sapete come si suol dire, “morto l'uomo più potente del mondo, te ne sposi un altro”, e stavolta fu il turno di Antonio.
Antonio, Marco Antonio, con licenza di uccidere.
Di nuovo, un colpo di fulmine: doveva essere un incontro politico, finì in...ehm, censuriamo di nuovo. La regina arrivò a Tarso su una barcazza profumosa di fiori, piena di belle tipe e cibo da paura.
“Mazza oh – dissero tutti quelli che videro il vascello – 'sta regina d'Egitto ci sta dentro”.
“Mazza oh – disse Antonio quando la vide – 'sta qua due bottarelle...”.
“Mazza oh – disse Cleopatra – 'sto Antonio stai a vedere come me lo spenno”.
Complice del buon vino e tanta di quella carne che la metà sarebbe bastata per sfamare il Biafra, i due si chiusero sottocoperta e buonanotte al secchio.
Il giorno dopo la bella Cleo tornava ad Alessandria d'Egitto con Antonio sotto un braccio e tre test di gravidanza positivi sotto l'altro.
Altro che “16 and pregnant”.
Però...però, però però.
C'è un però.
Antonio in realtà avrebbe dovuto farsela con Ottavia, sorella di Ottaviano (viva l'originalità onomastica). Ottaviano era potente mica da ridere. Ottaviano si era incazzato perchè “va' 'sta egiziana qua, manco porta I pantaloni e detta legge, non ci sono più le stagioni di una volta e pure il kebab non lo trovi più a 3.00 euri a Torpignattara”.
Ottaviano dunque si alzò un giorno e disse: “Ambrogio, ho voglia di qualcosa di buono. Portami un Ferrero Rocher e l'Egitto”.
Pam, detto fatto: il fedele Ambrogio comprò direttamente la Ferrero e un bel po' di navi, che nel 31 fecero un mazzo tanto alla flotta di Antonio ad Azio ('sti azzi...).
La coppia si barricò ad Alessandria: lui si suicidò, Cesarione fu ucciso, gli altri figli portati a Roma.
Cleopatra si rinchiuse nel mausoleo dei Tolomei e si fece mordere da un aspide facendo vedere a tutti che era una donna, sì, ma c'aveva le palle quadre.

La Cleopatra era una cazzuta, e questo è il mio Ritratto. 
Clara
Al prossimo mese,
Franci, Monica, Miki, Fede e Clara

venerdì 15 novembre 2013

Recensione "Il profumo del bosco" di Claudia Capitelli


 Titolo: "Il profumo del bosco"
Autrice: Claudia Capitelli
Casa editrice: Mgc
Pagine: 136
Prezzo: 16.00
TRAMA
Il profumo del bosco è il racconto di un incontro che lascia il segno. Pietro segue fedelmente la tecnica del ninja: farsi notare il meno possibile e agire in segreto. E ora lo aspetta una vacanza noiosa e a tratti insopportabile, insieme alla mamma e al suo nuovo compagno. Ma non ha calcolato gli imprevisti che il bosco può celare. Il racconto di tre giorni pieni di imprevisti, di persone da non dimenticare, di amicizie fatte di poche parole, ma che possono dare un barlume di speranza in cui riposare.

RECENSIONE 
Una storia semplice, composta da sentimenti, profumi e colori.
Il protagonista è un ragazzo di 18 anni molto attaccato alla madre che vorrebbe tenere tutta per sé, ma questo suo comportamento possessivo nasce dalla sparizione del padre.  Da quel momento Pietro è diventato il capofamiglia, il protettore della casa e della mamma e il fatto che nella sua vita compaia all'improvviso un rivale che porta scompiglio, che trasforma la donna rendendola irriconoscibile, lo spaventa perché ha paura di perdere il suo amore, ma anche perché quest'uomo rischia di prendere il posto di suo padre e non lo trova giusto.
Costretto ad andare in vacanza con l'uomo e suo madre, Pietro a un certo punto scoppia, perché non riesce più a sopportare che i ricordi tanto felici legati alla montagna vengano sostituiti da questa pessima scampagnata estiva, così si allontana e si perde.
L'autrice, alla sua prima opera, ha creato una storia breve, perché come dice lei non ama dilungarsi e attraverso essa ci parla della sua grande passione per la montagna, di quanto possa far bene e ciò ci viene trasmesso tramite la storia e il personaggio di Pietro.
Egli all'inizio è un ninja che si mimetizza con l'ambiente, che tiene dentro la sua rabbia e non si fa valere, ma nel momento in cui si perde nel bosco e viene accolto da alcuni abitanti del posto in lui avviene la trasformazione e da adolescente invisibile diventa un lottatore.
Grazie al silenzio della natura, ai suoi colori, ai suoi profumi, ai nuovi amici che gli insegneranno anche trattare con amore, con delicatezza ciò che lo circonda, Pietro subirà una crescita interiore.
La parte che mi ha lasciata davvero spiazzata è stata la fine, perché il modo in cui si conclude questo racconto è davvero sorprendente.
Unica nota negativa: il prezzo, troppo alto per il numero di pagine.
"Il profumo del bosco" è un omaggio alla montagna da parte dell'autrice.

L'AUTRICE
Claudia Capitelli ha ventun anni, un pianoforte che vorrebbe ricominciare a suonare e una passione irrefrenabile per la montagna e per tutto ciò che la riguarda.
 

giovedì 14 novembre 2013

"Premio Cover Più-diamo un volto alla copertina" ideato da Rino Ruscio


Il Premio COVER PIU’ ha lo scopo di valorizzare la professionalità e il talento di quanti operano nel campo del design e della grafica editoriale, offrendo un contributo importante alla carriera professionale di chi già lavora nel settore ma anche mettendo in luce quanti, ancora studenti, vogliano intraprendere la loro attività in questo campo.
Il Premio COVER PIU’ aggiudicherà infatti la migliore realizzazione grafica, a livello di visual, della copertina di libri già pubblicati o in uscita nel 2013/2014. Per la sezione studenti, si premieranno invece copertine di fantasia.

REQUISITI CANDIDATI:
2 categorie di candidati

1^ categoria - Professionisti: studi grafici, agenzie di pubblicità, designer autonomi, art director, grafici professionisti, grafici dipendenti presso case editrici, illustratori, editori, autori o chiunque abbia realizzato la copertina di un libro.

2^ categoria - Studenti: studenti che abbiano compiuto la maggiore età di Istituti professionali, tecnici, universitari ecc, sia pubblici che privati, con indirizzo grafico, artistico, design editoriale e pubblicitario.

ISCRIZIONE AL BANDO

La partecipazione è gratuita. L’iscrizione al bando relativo all’anno 2013/2014 (prima edizione) dovrà avvenire dal 15/11/2013 ed entro il 31/07/2014, compilando l’apposita scheda presente sul sito www.premiocoverpiu.it e fornendo esplicito assenso a tutte le condizioni previste dal presente bando.
Al momento dell’iscrizione dovrà inoltre essere fornita accettazione relativa al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003 a tutela della privacy, nonché fornire apposita liberatoria, come indicato sul sito medesimo, nella pagina TERMINI D’USO.


MODALITA' DI PARTECIPAZIONE
A iscrizione ultimata, il candidato potrà caricare sul sito www.premiocoverpiu.it fino a 10 elaborati consistenti nella grafica della copertina di un libro, come da specifiche tecniche di seguito riportate.

- Per libro si intendono tutte le pubblicazioni editoriali: copertine di varia natura, come Collane, Manuali, Libretti, Opuscoli collezionabili, Vocabolari, Ebook, di qualsiasi argomento (Narrativa, Saggistica, Raccolta di poesie ecc…) Sono escluse invece le copertine di Riviste e periodici.
- Per copertina si intende il primo piatto della sovraccoperta, della copertina e/o della plancia.

Gli autori iscritti nella categoria Professionisti potranno aderire con elaborati relativi a copertine di opere realizzate e già pubblicate sia nell’anno in corso che negli anni precedenti.

Gli autori appartenenti alla categoria Studenti potranno aderire solo con elaborati ispirati ad opere di fantasia e non rifacimenti o rielaborazioni di opere già pubblicate da editori italiani e stranieri. Gli elaborati che si riferiscono, o in qualche modo richiamano, opere già pubblicate, verranno escluse dal bando.

SPECIFICHE TECNICHE E FORMATI
Saranno ammessi i seguenti formati: jpg, bmp, png, con una grandezza massima di 2 mb. Saranno ammesse al bando anche rappresentazioni e simulazioni in 3d.

Il Comitato Organizzatore si riserva la realizzazione e la stampa del Collected Work (la raccolta stampata di tutte le opere partecipanti al bando).
In tale evenienza, su richiesta specifica che avverrà tramite mail dalla segreteria del Premio, gli autori dovranno inviare una versione in alta risoluzione (minimo 300 dpi) dei propri elaborati, nei seguenti formati: jpg, jpeg, tif e eps - compresse (.zip).
Gli elaborati dovranno essere accompagnati dai dati del partecipante e dalla liberatoria per la stampa e la firma.


PREMIAZIONE
L’assegnazione dei premi previsti dal bando avverrà tramite due Giurie.

1- Giuria Popolare:
sarà composta da tutti gli utenti del sito www.premiocoverpiu.it che, previa iscrizione, avranno votato gli elaborati pubblicati sul sito stesso aderenti all’iniziativa. Ogni utente potrà esprimere più preferenze, ma un solo voto per ciascun elaborato.
Gli elaborati, uno per ciascuna delle due categorie previste (professionisti e studenti), che avranno ottenuto il maggior numero di preferenze faranno aggiudicare ai rispettivi autori il premio consistente in: 1 trofeo realizzato ad hoc + attestato

2 - Giuria tecnica
Sarà composta da professionisti del settore: art director, grafici, giornalisti, editor, docenti,  fotografi, editori, pubblicitari, scelti dal Comitato Organizzatore per le loro specifiche competenze nei vari settori.
I nominativi dei componenti della giuria verranno pubblicati nella pagina dedicata alla GIURIA TECNICA presente nel sito.
Le votazioni avverranno online tramite l’area riservata alla giuria, accessibile con una login e una password inviata via mail dal coordinatore del Premio, ai singoli giurati. Le votazioni avverranno dal 1 settembre al 30 settembre 2014.
Gli elaborati selezionati dai giurati, uno per ciascuna delle due categorie previste (professionisti e studenti), faranno aggiudicare ai rispettivi autori il premio consistente in:
per la categoria professionisti: una tavoletta grafica Wacom del valore di 224,00 + attestato
per la categoria studenti: una tavoletta grafica Wacom del valore di € 99,00 + attestato
In tutte e due le votazioni, in caso di parità, si effettuerà il ballottaggio fra le prime copertine classificate con lo stesso numero di voti.

Il giudizio finale sarà incontestabile.
Copia degli elaborati con i dati delle votazioni delle rispettive giurie potranno essere forniti su specifica richiesta dal mese di ottobre 2014 alla segreteria del Premio.


I candidati selezionati con il presente bando potranno usufruire del logo Premio Cover Più, secondo le condizioni che verranno loro comunicate al momento della richiesta; tale richiesta di utilizzo del logo dovrà essere inoltrata via mail all’organizzatore del bando al seguente indirizzo mail: segreteria@premiocoverpiu.it
I vincitori del bando potranno usufruire inoltre della dicitura “Vincitore del Premio Cover più 2013/2014, sezione “Professionisti” o “Studenti”.


Obblighi derivanti dalla partecipazione al bando:
Ogni  partecipante prende atto ed accetta che:

- con l’invio dell’elaborato dichiara, sotto la propria responsabilità, di essere il legittimo ed esclusivo titolare di tutti i diritti relativi e/o connessi all’elaborato stesso e di poterne legittimamente disporre ed autorizza il Comitato Organizzatore ad utilizzarlo, a diffonderlo nei limiti previsti dal presente Bando anche tramite internet.
- rinuncia in maniera definitiva e senza limite alcuno ad ogni ritorno economico o di altra natura derivato dalla pubblicazione dell’elaborato caricato ed iscritto al bando.
- di manlevare e tenere il Comitato Organizzatore, i soggetti ad esso collegati o da esso controllati, i suoi rappresentanti, collaboratori, nonché qualsiasi partner, indenni da qualsivoglia danno, costo e/o spesa, derivanti da o connessi ad eventuali pretese e/o azioni di terzi  che si fondino sul fatto che la pubblicazione o la diffusione dell’elaborato da parte dell’organizzazione e di ACPI violi qualsivoglia legge applicabile ovvero sia lesiva di diritti quali, a titolo meramente esemplificativo, diritti d’autore o connessi, di immagine o di altri diritti della personalità quale nome, onore, pudore ecc.

La partecipazione al Premio da implicito assenso alla pubblicazione dei propri dati ed elaborati tramite il sito veicolo del Premio stesso www.premiocoverpiu.it.

I nominativi dei candidati selezionati saranno comunicati e pubblicati tramite il sito www.premiocoverpiu.it e il sito www.acpi.it e potranno essere resi noti a mezzo stampa e altri canali.

Calendario delle attività:
15 novembre 2013 – Apertura del Premio e del sito relativo
31 luglio 2014 – Chiusura del Premio e delle votazione della giuria popolare
1 settembre 2014 – Apertura delle votazioni della giuria tecnica
31 settembre 2014 – Chiusura delle votazioni delle giuria tecnica
dal 15 ottobre 2014 – Annuncio dei vincitori del premio
 
Una bella idea e una bella opportunità non credete? :)

mercoledì 13 novembre 2013

Recensione "Regole del gioco " di Mario De Martino


Titolo: "Regole del gioco"
Autore: Mario De Martino
Casa editrice: La Corte editore
Pagine: 228
Prezzo: 15.90
TRAMA
Cinque sconosciuti si svegliano in una casa da cui non possono uscire. Una voce al telefono dice loro che hanno 5 ore di tempo. 5 ore nelle quali dovranno giocare.
Le regole sono molto semplici: solo uno potrà sopravvivere, e se allo scadere del tempo non ne sarà rimasto uno solo, moriranno tutti quanti. Quello che non sanno ancora, però, è che hanno tutti una cosa in comune e che, tra di loro, c’è un mentitore, una persona che sa molto di più di quello che ammette.
Inizierà così un incubo che spingerà ciascuno di loro oltre i limiti della propria coscienza.
Ma chi c’è dietro a questo folle gioco? Chi è il Master che manovra tutto?
E, soprattutto, perchè continua a porre la stessa domanda?
“Qual è la cosa più orribile che tu abbia mai fatto?”

RECENSIONE
5 giocatori
durata del gioco: 5 ore
regole: obbedire al Master
1 vincitore
Detta così sembrerebbe di trovarsi di fronte a un gioco in scatola, ma non è così perché in questo caso per vincere c'è bisogno che gli altri giocatori perdano la vita!
Un thriller psicologico dove l'attenzione non si concentra sulla casa, luogo dove si svolge "il gioco", ma sull'identità da scoprire e il legame che unisce i cinque personaggi, legame che solo attraverso i ricordi difficili di Ryan, Todd, Harry, Kim e Alene, verrà alla luce.
L'esperimento creato dal Master è lo sviluppo del famoso studio di Milgram in cui si studiavano i comportamenti dei soggetti a cui un'autorità ordinava di eseguire delle azioni contrarie ai valori etici e morali, ma se in quel caso si trattava di un caso di laboratorio controllato, in cui nessuno rischiava la vita, qui quattro persone non rivedranno più le loro case e anche il vincitore non avrà più una vita normale, perché tutto ciò che dovrà passare  rimarrà impresso nella sua mente e sarà come non aver mai concluso il gioco.
Cinque voci che si alternano con interludi che vedono protagonista il dottor Brennan.
Kim e Alene sono stati i personaggi a cui mi sono maggiormente affezionata e ho sperato fino in fondo che almeno una di loro due uscisse viva dall'incubo.
Il Master è il vero folle, perché non si fermerà davanti a nessuno pur di ottenere dei risultati per la sua ricerca.
L'autore ha saputo creare una storia dal crescente pathos, portando il lettore a provare varie emozioni, a farlo rimanere inorridito, esterrefatto, a fargli provare rabbia, pietà, disperazione, perché è stato capace di far passare sulla pelle gli stati d'animo dei protagonisti.
Il finale è un vero colpo di scena e una volta girata l'ultima pagina rimane addosso la sensazione di non essere al sicuro.
La cover esprime l'essere in trappola, senza via di fuga: è perfetta.

L'AUTORE

 
Mario De Martino ha appena vent'anni, ma è già al suo settimo romanzo e ha all'attivo diverse altre pubblicazioni. Studia Lettere all'Università degli Studi di Napoli.

domenica 10 novembre 2013

Recensione "Incantesimo tra le righe" di Jodi Picoult e Samantha Van Leer





Titolo: "Incantesimo tra le righe"
Autrici: Jodi Picoult e Samantha Van Leer
Pagine: 320
Prezzo: 18.60
TRAMA
Cosa succede se « …e vissero felici e contenti» non si rivela affatto essere tale? Delia è una ragazza piuttosto solitaria che preferisce passare i pomeriggi in biblioteca, persa nei libri. In uno in particolare: Incantesimo tra le righe che in teoria è un fantasy ma che sembra terribilmente reale, al punto che il principe Oliviero, oltre a essere coraggioso, avventuroso e focoso, parla a Delia. Cioè: le parla sul serio! Come è possibile che un personaggio di carta abbia una voce reale in grado di uscire dal libro? Si scopre così che Oliviero è ben più che un personaggio di carta: è un ragazzo che si sente intrappolato nella sua vita letteraria, sempre uguale a se stessa, e che non sopporta l’idea che il suo destino sia segnato. Oliviero è certo che il mondo là fuori possa offrirgli qualcosa di interessante e vede in Delia la sua chiave di accesso alla libertà. I due si buttano a capofitto nell’impresa di tirare fuori Oliviero dal libro, un compito difficile e che gli spinge ad approfondire la loro percezione del destino, del mondo e del loro posto nel mondo. Contemporaneamente cresce l’attrazione reciproca, un sentimento forte e tutt’altro che letterario… 

RECENSIONE
A volte scegliamo un libro a seconda dell'umore; per estraniarci dalla realtà e allontanarci dai problemi; altre volte perché sentiamo che quella storia è ciò di cui abbiamo bisogno, che ci ricorda un po' noi stessi o la nostra storia.
E' proprio l'ultima opzione che spinge Delia a prendere in prestito "Incantesimo tra le righe", una favola per bambini, perché il suo protagonista, come lei, non ha un papà. Questo la fa sentire vicino a lui e guardando il suo aspetto fisico e conoscendo le sue avventure comincia a provare per Oliviero un sentimento e a desiderare che non sia solo un personaggio cartaceo, ma reale.
A chi non è mai capitato, come Delia, di invaghirsi di un personaggio, del suo modo di fare, delle sue parole e dire: "quanto sarebbe bello se nella realtà ci fosse qualcuno come lui!", qualcuno come lui perché sappiamo bene che il personaggio della storia è frutto di fantasia e non potrà mai diventare reale... ma così non è per Delia quando si accorge che il suo beniamino le sta parlando, chiedendole aiuto.
A inizio lettura questo romanzo non mi aveva convinta, ma procedendo ho cominciato ad amarlo perché la protagonista incarna noi lettori: l'amare un libro e difenderlo, provare qualcosa per uno dei personaggi, isolarsi da tutti per continuare la lettura, ridere, piangere o addirittura parlare con il libro se siamo davvero immersi nel suo mondo, cosicché i nostri genitori o chi ci sta intorno ci guardi come se fossimo casi da ricovero; mi ha fatto venire in mente Toy Story, quando i giocattoli completamente soli abbandonano le proprie posizioni e i propri ruoli e tirano fuori la loro vera personalità, così chi sembrava senza macchia e senza paura si rivela insicuro e fifone, chi recita la parte del perfido in realtà è buono come il pane... e questa idea mi è veramente piaciuta, perché è stato interessante vedere ciò applicato ai personaggi di un libro.
Infine la storia si evolve e si stacca dal paragone con Toy Story quando al protagonista comincia a star stretto il suo mondo e cerca in tutti i modi di diventare reale, portandomi a seguire i suoi tentativi e a voler scoprire se sarebbe riuscito nel suo intento.
Le autrici hanno creato la storia facendoci assaporare tutte le prospettive: la vera storia di "Incantesimo tra le righe", la vita dei personaggi una volta chiuso il libro, i pensieri di Oliviero e Delia e il mondo di quest'ultima.
Una favola carinissima che trasmette un importante messaggio: non accontentiamoci, ma proviamo sempre a ottenere ciò che desideriamo davvero.

LE AUTRICI
Jodi Picoult vive ad Hanover, New Hampshire, con il marito, i tre figli e numerosi animali domestici. Autrice di 19 romanzi è tradotta in 23 lingue e ha venduto più di 12 milioni di copie dei suoi libri in tutto il mondo. Corbaccio ha pubblicato La custode di mia sorella, Il colore della neve, Senza lasciare traccia, Diciannove minuti, Un nuovo battito, La bambina di vetro, Le case degli altri, Un’altra famiglia e, con Samantha van Leer, Incantesimo tra le righe. Il suo sito internet è: www.jodipicoult.com

Samantha van Leer frequenta il liceo. Nel tempo libero Samantha gioca a softball, fa danza contemporanea, recita e canta in musical, e gioca con i suoi due cani. Ha avuto l’idea per un libro e ne ha parlato con sua madre, Jodi Picoult. E così, si sono sedute fianco a fianco e hanno dato vita a una storia intensa e originale, Incantesimo tra le righe, una nuova Storia Infinita.

venerdì 8 novembre 2013

"The Returned" e "La custode degli spiriti" in arrivo a fine Novembre


Novembre ci regala due nuove succulenti uscite edite da Harlequin Mondadori e Fazi.

In arrivo il 19 Novembre


Titolo: "The Returned"
Autore: Jason Mott
Casa editrice: Harlequin Mondadori
Pagine: 336
Prezzo: 16.00
TRAMA
Per Harold e Lucilie Hargrave la vita è stata felice e amara allo stesso tempo, da quando hanno perso il figlio Jacob il giorno del suo ottavo compleanno, nel 1966. In tutti questi anni, si sono adattati a una vita tranquilla, senza di lui, lasciando che il tempo alleviasse il dolore... Finché un giorno Jacob, il loro dolce, prezioso bambino, misteriosamente, ricompare alla loro porta, in carne e ossa. E ha ancora otto anni. Qualcosa di strano sta succedendo... i morti stanno tornando dall'aldilà. Mentre il caos rischia di travolgere il mondo intero, la famiglia Hargrave di nuovo riunita si ritrova al centro di una comunità sull'orlo del collasso, costretta a fare i conti con una realtà nuova quanto misteriosa e con un conflitto che minaccia di sovvertire il significato stesso di genere umano. 

Sullo store HM e nei migliori store online potete leggere i tre prequel :)

In arrivo il 21 Novembre

http://www.fazieditore.it/Data/Libri/1346.jpg 

Titolo: "La custode degli spiriti"
Autrice: Melissa Marr
Casa editrice: Fazi
Pagine: 352
Prezzo: 9.90
TRAMA
Dopo la fortunatissima serie Wicked Lovely Melissa Marr si rivolge qui per la prima volta a un pubblico più adulto e crea un accattivante mistery dalle atmosfere gotiche.

Claysville è una piccola città di nessuna importanza. Rebecca è cresciuta qui, insieme alla nonna e da quando ha lasciato questo luogo noioso e familiare sono passati dieci anni. Ora la nonna è morta e Beck ritorna. Per scoprire che Claysville non è semplicemente quella piccola città sonnolenta che ricorda. Lì il mondo dei vivi e quello dei morti sono pericolosamente collegati; al di sotto della città si trova una terra ombrosa e senza legge. Tra i due mondi: esiste un patto: se i morti non vengono trattati con cura, torneranno indietro per saziarsi con cibo, bevande e storie della terra dei vivi. Ed è Beek l’unica persona che sa cosa va fatto, perché la soluzione è nel segreto che custodisce. 


Quale aspettate? ^_^


mercoledì 6 novembre 2013

"La mia esperienza a Lucca Comics and Games 2013"

http://www.playstationbit.com/wp-content/uploads/2013/09/lucca_comics_2013_poster.jpg 

Eccomi qui a raccontare la mia prima esperienza a Lucca Comics and Games :)
E' stata una giornata fantastica, spettacolare e magica!!  Credevo di essere in un altro mondo, abitato da creature magiche per la presenza dei cosplay e infatti una volta tornata a casa mi sembrava strano non vedere più nessuno mascherato.
Mi è piaciuto tantissimo il fatto che per visitare i padiglioni bisognava camminare per le stradine e le vie della città; che non fossero solo i padiglioni a vendere gli oggetti a tema, ma anche i negozietti; e le mille cose da vedere (se avessi potuto mi sarei comprata la maggior parte delle cose).
 La sera prima della partenza sarei dovuta andare a letto molto presto, visto che la sveglia era puntata per le 05:30, ma accendendo la tv cosa vedo?  Scream 3!  Non potevo non guardarlo, così ho fatto l'una hihi.
Giovedì, cioè il giorno della partenza, ero piuttosto addormentata quindi, anche perché per l'eccitazione alle 04:30 i miei occhi erano già sbarrati. Una volta salita sul treno con le mie amiche sapete chi vedo? proprio un cosplay vestito da Scream e così entro subito nell'atmosfera fantastica.
Alle 8:30 siamo scese dal treno: l'avventura per me aveva inizio :)





  


Avendo scelto come giorno giovedì abbiamo potuto girare e visitare tranquillamente ogni stand, perché il vero pienone è stato sabato e domenica.  Ho conosciuto Gianni La Corte; mi sono fermata allo stand di Just Dance, gioco che amo e ho provato ad acchiappare uno dei gadget che lanciavano, ma l'unica cosa che è stata lanciata dalla mia parte è stato il braccialetto, che però è rimbalzato sulla mia testa ed è andato a finire nelle mani di quello dietro di me; ho visto le mostre e oggetti strani e particolari, come ad esempio una felpa con il cappuccio con le orecchie, il musino e sul lato della schiena le scaglie del dinosauro.Vi faccio vedere alcune foto scattate da me e da una delle mie amiche ai cosplay e agli stand :) 



 Queste mi ricordano tanto Coraline :)

Lo stand della casa editrice Multiplayer


 

La bambola assassina e Saw sono stati decisamente i cosplayer più inquietanti; il personaggio sotto di loro è Uncino di Once Upon a Time e cosa ne pensate di Johnny Depp? sembra proprio lui :)
Scusate la posizione delle foto, ma Blogger non vuole collaborare.

Infine ecco i miei acquisti :)
  
L'ultimo romanzo di Mario de Martino e il MIO TESSSORO, l'anello del "Signore degli anelli" :)

Questo evento mi ha lasciato per molti giorni euforica ed entusiasta e per chi non c'è ancora stato consiglio davvero, se può, di farci un salto l'anno prossimo.

E voi ci siete stati?  Avete acquistato qualche oggetto o conosciuto degli autori?