martedì 24 luglio 2012

Recensione "Torn" di Amanda Hocking

Ciao a tutti :)
Scusate l'assenza di questi giorni, ma la sessione d'esami estiva non si è ancora conclusa... proprio ieri ho dato un altro esame di cui non saprò il risultato fino a giovedì e nel caso fossi passata :) venerdì ho l'orale.
Per questo il tempo per passare di qui è davvero poco e anche le mie letture quindi vanno a rilento.
Ma sono riuscita a finire "Torn" e avendo un po' di tempo sono corsa qui a lasciarvi la mia recensione :)


Titolo: "Torn-ritorno al regno perduto"
Autrice: Amanda Hocking
Casa editrice: Fazi
Collana: Lain
Pagine: 301
Prezzo: 9.90
TRAMA:
Da quando Wendy Everly ha scoperto la verità su di sé – essere una changeling scambiata alla nascita – sa che la sua vita è destinata a trasformarsi, ma ancora non immagina fino a che punto la spingeranno gli eventi. I Vittra, popolo nemico dei Trylle, non si fermeranno davanti a niente pur di sottrarre Wendy alla sua famiglia. Così, con una guerra sempre più imminente, l’unica speranza per Wendy di salvare il mondo dei Trylle è quella di imparare a usare i poteri di cui è dotata e di sposare un uomo che sia di stirpe nobile come lei. Ma questo significa abbandonare sia Finn, la sua affascinante guardia del corpo, che Loki, un principe Vittra per il quale prova un’attrazione sempre più irresistibile. Divisa tra i sentimenti e l’appartenenza alla sua gente, tra amore e dovere, Wendy è posta di fronte a una scelta delicata e rischiosissima, che potrebbe costarle la perdita della libertà.

RECENSIONE:
La cover è piacevole, soprattutto perché viene ripresa la tecnica del rilievo già usata per le farfalle e il titolo nel primo romanzo, una scelta che dà quel tocco in più al libro.
Le pubblicazioni Lain si distinguono da altre case editrici, perché oltre a pensare alla sovraccopertina, pensano anche al libro vero e proprio, infatti togliendola possiamo trovare le foglie rosse su uno sfondo nero e non semplicemente uno sfondo monocromatico.
Torn può essere letto anche non avendo comprato il primo, perché nel primo capitolo la scrittrice ci fa un breve riassunto di Switched: è utile, anche per riprendere il filo del discorso.
Ho trovato Torn avvincente e romantico e anche se il primo mi è parso molto più scorrevole, anche questo non mi ha deluso.
In questo secondo capitolo vengono approfonditi i vecchi personaggi e ne vengono introdotti di nuovi: Dave, il nuovo cercatore di Wendy e Loki, principe Vittra.
Continua anche in questa saga la presenza di due ragazzi che si contendono la bella protagonista: Finn, occhi neri, dal carattere ombroso e Loki, occhi color miele, pieno di vita, intraprendente e con un gran senso dell'umorismo.
Tra i due preferisco sicuramente Loki, perché lotta per l'amore della principessa, mentre Finn si perde subito d'animo e in questo secondo capitolo non mi piace per niente il suo comportamento.
Wendy, la protagonista, è davvero un bel personaggio: non è la fanciulla indifesa, impaurita, che aspetta chissà cosa, ma è una ragazza che si rigira le maniche, che lotta ed ha fegato... è una principessa moderna.
Lo stile dell'autrice continua a piacermi molto: è scorrevole, divertente (spassosi i dialoghi con Loki), come ho detto romantico e in questo caso più descrittivo.
La storia in molti punti è imprevedibile: fattore positivo, perché una storia prevedibile diventa noiosa.
Si rimane sul più bello: a quando il seguito?
Prezzo: accessibilissimo!!

L'AUTRICE:
Amanda Hocking vive in Minnesota con il suo migliore amico. Scrive romanzi da quando ha 6 anni. Da sempre amante della comunicazione in rete, aggiorna costantemente i suoi seguitissimi profili social: twitter (@amanda_hocking), facebook (/www.facebook.com/amandahockingfans) ed il suo blog ufficiale (http://amandahocking.blogspot.com).

giovedì 12 luglio 2012

"Prossimi arrivi"


Una nuova puntata in pochi giorni di "Prossimi arrivi" :)
Questa volta vi presento due libri in arrivo per Fanucci, dove si prevede azione, azione, azione!!


“Per i lettori un po’ stanchi del romanticismo  che pervade larga parte della narrativa fantastica giovanile, un’interessante alternativa può essere senz’altro l’avvincente romanzo di Dashner – tra fantascienza distopica, azione e giusto un accenno di romance –, molto apprezzato dal pubblico americano.”
Booksbloog

Titolo: "La via di fuga"
Autore: James Dashner
Casa editrice: Fanucci
Pagine: 348
Prezzo: 9.90
In arrivo: 26 Luglio
TRAMA:
In uno scenario da desolazione postnucleare, superando le insidie di città fatiscenti e foreste morte, il viaggio verso il luogo misterioso in cui potranno ottenere la cura che salverà loro stessi e il mondo diventerà per i protagonisti, Thomas, Brenda, Minho e gli altri, un percorso di scoperta del proprio mondo interiore, del limite oltre il quale è possibile spingere le proprie paure. Quando il mondo non sembra reale, quando il tuo gruppo sembra tradirti, quando tutto sembra un complotto e non trovi risposte, l’unico modo per sopravvivere è trovare... la via di fuga!

Quando l’uomo vestito di bianco e dalla faccia da ratto finì di parlare, Thomas capì che per lui e gli altri Radurai l’ora delle Prove non era ancora terminata... Il Labirinto e i viscidi Dolenti sono ben poca cosa se paragonati alla lunga marcia che la CATTIVO ha stavolta pianificato per loro attraverso la Zona Bruciata, una landa squallida inaridita da un sole accecante e sferzata dalle tempeste di fulmini, popolata da esseri umani che l’Eruzione, il temibile morbo che rende folli, ha ridotto a zombie assetati di sangue. Nelle due settimane in cui dovranno percorrere i centocinquanta chilometri che li separano dal porto sicuro, la loro meta, tra cunicoli sotterranei infestati da sfere metalliche affamate di teste umane e creature senza volto dagli artigli letali, i Radurai dovranno dar prova del loro coraggio e dar voce al loro istinto di sopravvivenza. 

L'AUTORE:
James Dashner è nato e cresciuto in Georgia, e ora vive nello Utah con la moglie e i quattro figli. Dopo diversi anni di lavoro nella finanza, ora è uno scrittore a tempo pieno. Oltre a Il Labirinto, romanzo d’apertura di una trilogia di successo, ha scritto la Saga di Jimmy Fincher e la trilogia The 13th Reality.


“In parte Stephen King, in parte Chuck Palahniuk, Sigler mescola fantascienza e horror in un capolavoro pieno di azione, terrore e suspense. Tre raccomandazioni: non lo leggete di notte, o subito dopo aver mangiato un pasto completo,
o se siete deboli di cuore. Siete stati avvisati!” James Rollins

Titolo: "La porta sull'abisso"
Autore: Scott Sigler
Casa editrice: Fanucci
Pagine: 587
Prezzo: 9.90
In arrivo: 26 Luglio
TRAMA:
Dopo atroci sofferenze, Perry Dawsey, ex giocatore di football alcolizzato, guarisce dall’infezione aliena grazie alla dottoressa Montoya. Tuttavia è ancora in grado di percepire le voci dei triangoli e decide di dare la caccia agli altri infettati per ucciderli. Dopo un violento scontro con l’agente della Cia Dew Phillips, accetta di collaborare con la squadra della Margomobile. Nel frattempo il satellite alieno, l’Orbital, sgancia dal cielo una nuova serie di spore che controllano direttamente il cervello degli ospiti. La famiglia Jewell, composta dalla piccola Chelsea e dai suoi genitori, viene infettata dal morbo: la bambina diventa il capo incontrastato delle manovre aliene e vuole aiutare le ‘bamboline’ a costruire la loro porta. Perché il colonnello Charlie Ogden e la compagnia Raggi X riescono a percepire i pensieri di Chelsea? Perché si dirigono a Detroit contravvenendo agli ordini del presidente degli Stati Uniti? L’agente Dew e la compagnia dell’esercito che non è stata contagiata hanno poco tempo per salvare l’umanità dalla distruzione totale... e proprio quando l’infezione sembra del tutto debellata, si fa strada una nuova minaccia sotto le vesti di uno strano contenitore, progettato per resistere a qualunque incidente.

L'AUTORE:
Scott Sigler è un autore americano di fantascienza e horror. Originario del Michigan, attualmente risiede a San Francisco, in California, con la moglie e due cani. Nel 2007 e nel 2009 ha vinto due Parsec Awards nella categoria Best Speculative Fiction Story (Novella Form) con The Arwen ed Eusocial Networking; nel 2008 e nel 2010 altri due Parsec nelle categorie Best Speculative Fiction Story (Short Form) con Red Man e The Tank. Fanucci Editore ha già pubblicato Contagio.

Vi attirano? Quale comprereste?

martedì 10 luglio 2012

"Prossimi arrivi"


Buongiorno lettori,
scusatemi se non sono molto presente negli ultimi tempi, ma è tempo di esami e purtroppo non posso dedicarmi al mio blog e alle letture come vorrei.
Sono riuscita a farvi un saluto questa mattina e a scrivere un post, perché non sono riuscita a preparare come si deve un esame orale per colpa del caldo che non mi ha fatto concentrare, se non in questi ultimi giorni, ma di certo non potevo pensare di recuperare tutto in pochissimo tempo, e per colpa anche di pensieri che mi frullano nella testa poco piacevoli...
Spero di riuscire a dare i prossimi due esami e di recuperare questo a Settembre... fresco ti prego vieni da me!!
Detto questo oggi vorrei presentarvi i prossimi arrivi in casa Timecrime e Leggereditore.

In arrivo per Timecrime:

Simon Lelic ci regala qui un romanzo poetico e feroce, forte di una trama di tale potenza e attualità e di una così inequivocabile qualità letteraria da essere diventato un caso letterario sia in Europa sia negli Stati Uniti, dove è stato segnalato dal New York Times come il crime più importante dell’anno.

Titolo: "Punto di rottura"
Autore: Simon Lelic
Casa editrice: Timecrime
Pagine: 304
Prezzo: 10.00
In arrivo: 12 Luglio
TRAMA:
Estate. Mattina. Una scuola come tante, in un sobborgo di Londra. Professori, preside e alunni sono riuniti in assemblea plenaria nell’aula magna. Tema all’ordine del giorno: la violenza. Qualche giorno prima Elliot Samson, dieci anni, è stato selvaggiamente aggredito da un gruppo di compagni più grandi. Pochi minuti dopo uno dei docenti, Samuel Szajkowski, apre il fuoco sui presenti. Cinque morti, quattro allievi e un’insegnante. La sesta vittima è l’omicida: un colpo solo, alla testa. Il caso viene aperto e subito chiuso visto che, in realtà, un caso non c’è. Ma l’ispettore Lucia May non si arrende all’evidenza: caparbiamente, inizia a interrogare allievi, docenti, il preside, i genitori delle vittime. Cosa ha spinto un timido, riservato professore di storia a commettere un crimine così efferato? Ognuno ha una spiegazione da dare, una sua interpretazione dei fatti, dei moventi; ma la verità è una terra straniera, un labirinto di dubbi attraverso cui emergono, via via più nitidi, il ritratto di un uomo qualunque e le motivazioni della sua scelta. Fare fuoco, per non soccombere. 

L'AUTORE:
Simon Lelic è nato a Brighton nel 1976 da padre sloveno e madre inglese. Dopo aver lavorato a Londra come giornalista free-lance, ha rilevato l’impresa paterna di import-export. Lelic ha da poco lasciato Londra, dove ha vissuto per dieci anni, per trasferirsi nuovamente a Brighton, dove abita con la moglie e due figli.

«Io scrivo per porre delle domande ai lettori. Per far sì che si soffermino a considerare il punto di vista meno banale, quello che non emerge dalle notizie di cronaca, dai titoli cubitali dei giornali. La realtà è invece piena di sfumature, di grigi: sono l’essenza stessa delle cose, anche se sembriamo averlo dimenticato.» Simon Lelic

In arrivo per Leggereditore:

Un affresco esotico, avventuroso e indimenticabile dell’ India e del suo fascino ineguagliabile, raccontato attraverso due generazioni di donne e una storia di solidarietà ed amicizia, di segreti di famiglia, di amori proibiti sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale in Kashmir.

Titolo: "I ricordi della casa sul lago"
Autrice: Rosie Thomas
Casa editrice: Leggereditore
Pagine: 480
Prezzo: 14.00
In arrivo: 26 Luglio
TRAMA:
Un segreto di famiglia nascosto fra le pieghe di uno scialle di ineguagliabile bellezza. Una foto ingiallita dal tempo ritrae quattro donne, cosa le unisce? Mair Ellis, dopo la morte del padre, decide di partire alla volta del Kashmir per ripercorrere la storia della sua famiglia e dei suoi nonni, affrontando un viaggio che cambierà la sua vita per sempre.
L’india degli anni ’40 del Novecento si alterna ai volti e ai colori dell’India di oggi, Ellis per scoprire la verità dovrà tessere i fili di una storia troppo a lungo taciuta, facendone riaffiorare il finale perduto...

L'AUTRICE:
Rosie Thomas è un'autrice bestseller sia nel Regno Unito che in diversi Paesi europei. La sua grande passione per i viaggi e le escursioni l'ha portata a scalare le Alpi e l'Himalaya, ma anche a trascorrere un periodo in una stazione di ricerca in Antartide e a percorrere l'antichissima via della seta.

Quale vi piace?

mercoledì 4 luglio 2012

Anteprima "Biancaneve e il Cacciatore" di Blake Lily


In arrivo l'11 Luglio

Titolo: "Biancaneve e il Cacciatore"
Autrice:Blake Lily
Casa editrice: Mondadori
Collana: Chrysalide
Pagine: 240
Prezzo: 16.00
TRAMA:
Biancaneve è l'unica al mondo a superare in bellezza la Regina del male, che per questo è decisa a ucciderla. Ma quello che la regina malvagia non può immaginare è che la ragazza che minaccia il suo regno è stata iniziata all'arte della guerra dal Cacciatore che era stato inviato per ucciderla. La celebre favola di Biancaneve si trasforma in un racconto epico, dark e romantico.

Vi lascio anche il trailer del film:

Sono curiosissima di leggere il libro e di vedere il film :)
Chi è impaziente come me?

martedì 3 luglio 2012

"Il Ragazzo del Destino" di M.Elena Gattuso

Questo pomeriggio volevo presentarvi un libro di cui sono venuta a conoscenza grazie alla sua autrice Maria Elena Gattuso.


"Non è importante se vinci o se perdi ma in che modo giungi a una delle due vie. Se sai di essere destinata a perdere e ti arrendi subito, è un conto; se invece perdi sforzandoti di lottare, è tutta un'altra cosa, perché in questo modo riuscirai a comprendere a fondo il progetto che qualcuno ha designato per te...".

Titolo: "Il Ragazzo del Destino"
Autrice: M.Elena Gattuso
Casa editrice: il Ciliegio
Pagine: 336
Prezzo: 17.00
TRAMA:
 Il Destino, un insieme di eventi inevitabili e non solo. Nelle sue molteplici forme diviene umano possessore di corpi quasi assenti. Attorno ad esso, la vita di Rebecca, dolce e pensierosa, mossa da una inavvertita voglia di cambiamento. Tra i due un patto. Quest'ultima la parola chiave che lega immaginazione e calamità ad un breve arco di tempo: sette giorni alla protagonista per poter sconfiggere il fato. In lei, una domanda catartica, l'attrazione per le cosiddette coincidenze e un susseguirsi di prove che rendono instabile e lacunoso il suo cammino di trasformazione. Tra le pagine, l'Amore, inteso come cuore pulsante che recita realtà e desideri, lontano da spiegabili eventi e vicino a tipiche suggestioni giovanili. Eppure, il fulcro del romanzo resta la volontà. Ciò che muove il mondo è il non arrendersi anche quando scompare un ultimo spiraglio.

L'AUTRICE:
Maria Elena Gattuso è nata a Montalcino (Siena) nel 1988 e risiede a Scandicci (Firenze). Ha conseguito la laurea in Comunicazione Linguistica e Multimediale, Facoltà di Lettere e Filosofia, Università degli studi di Firenze. Attualmente è iscritta alla Laurea Magistrale in Scienze dello spettacolo (Prosmart), situata a Prato. Contemporaneamente frequenta la scuola di formazione per giovani attori "Il Mestiere del Teatro" del Teatro Stabile Metastasio di Prato. Il ragazzo del destino è la sua opera prima. L'ispirazione per questa storia le è venuta in seguito a un fatto realmente accaduto: un ragazzo a lei sconosciuto un giorno le salvò la vita, catturando in modo insolito la sua attenzione. Non ha mai potuto ringraziarlo.

Un libro che mi trasmette profondità e che credo sarà in grado di lanciare un messaggio.
Interessante il modo in cui l'idea del libro è venuta alla luce.
Se v'incuriosisce e vorreste leggerlo, avete la possibilità di farlo, grazie alla catena di lettura lanciata dall'autrice.
Per saperne di più andate sulla  pagina facebook del libro Il Ragazzo del Destino e lasciate un commento o un messaggio privato all'autrice.

Recensione "Prima del futuro" di Jay Asher e Carolyn Mackler


Autori: Jay Asher - Carolyn Mackler
Genere: Narrativa Contemporanea
Editore: Giunti Y
ISBN - EAN: 9788809771314
Formato cm: 12,5 x 18
Legatura: Cartonato con sovraccoperta
TRAMA:
E’ il 1996, la velocità di connessione arranca rumorosamente a 56kb, la rete è quasi vuota, è ancora uno strumento per pochi, una sorta di nuova stregoneria tecnologica.
Emma e Josh si conoscono fin da quando erano piccoli, sono sempre stati amici inseparabili, poi Josh ha tentato di baciarla e le cose si sono complicate. è parecchio tempo che non si vedono, ma un giorno Josh si presenta a casa di Emma e le porge imbarazzato un cd rom per connettersi a internet, è arrivato a sua madre come omaggio, ma loro non hanno il computer. Emma invece ha un fiammante pc con Windows 95 e quando riesce finalmente a connettersi accade qualcosa di inspiegabile. Per una strana alterazione nella barriera spazio-temporale appare sullo schermo una misteriosa pagina bianca e blu, con una scritta sconosciuta: facebook. E c’è la foto di una donna sui trent’anni con un volto familiare, troppo familiare. Si è aperto un pericolosissimo portale sul futuro in grado di cambiare, in un’indimenticabile settimana di delirio, il presente, i sentimenti e il destino di Emma e Josh.
Una storia irresistibile che conquisterà chi è nato con facebook e prima di facebook.


RECENSIONE:
Una lettura young adult adatta a questa stagione, perché il nostro cervello abbastanza fuso dal caldo ha bisogno di leggere un romanzo che sia semplice, con una storia non complessa, dove non bisogna ricordare vari poteri, vari intrecci o situazioni ingarbugliate, ma che sia lo stesso piacevole.
La cover è carina, perché le scritte sono state create per ricordare proprio Facebook, ma ciò che non capisco è la scelta del ragazzo: penso che l'immagine rappresenti i due protagonisti Emma e Josh, ma mentre la ragazza potrebbe essere Emma, il ragazzo non assomiglia molto a Josh, perché non ha i capelli rossi e mi sembra anche un po' diverso fisicamente... mi ricorda invece un altro personaggio, Cody, il bellone della scuola.
Gli autori ci riportano nel 1996, dove ancora non sono stati inventati Ipod, Iphone, pc piatti o connessione wi-fi, ma pc ingombranti con Windows 95 e la vicenda parte proprio con l'arrivo in casa di Emma di questo pc.
L'intero racconto si svolge nell'arco temporaneo di quasi una settimana e i capitoli vedono alternarsi il punto di vista di Emma e di Josh.
I personaggi maggiormente caratterizzati sono i protagonisti: Emma è una ragazza che per la maggior parte del libro pensa molto a stessa, alla sua esistenza, mettendo i propri interessi al primo posto, senza tener conto degli altri... l'ho trovata parecchio egoista; mentre Josh è riflessivo, responsabile, con una scarsa autostima, amante dello skate, disegnatore e un po' impacciato con il sesso opposto... tra i due è stato il mio preferito!
Ho trovato interessante questa storia perché dal momento in cui Emma e Josh vengono catapultati nel mondo di Facebook la loro vita cambia.
Divertenti le parti in cui leggono i commenti su Facebook, trovano parole sconosciute e cercano di capire il suo funzionamento; mentre fuori dal mondo virtuale si conoscono gli amici, quelli che si possono definire veri, perché ti stanno accanto sempre e che ti aiutano a prendere le decisioni migliori e la vita del liceo.
Il titolo è Prima del futuro e alla fine capirete che è proprio così, ma non vi lascio la morale, perché rischierei di svelarvi troppo :)

GLI AUTORI:
Jay Asher è nato ad Arcadia (Los Angeles), ama i libri, suonare la chitarra e scrivere storie per teenager.
Con il suo esordio, 13, ha vinto molti premi ed è stato acclamato dalla critica.

Carolyn Mackler è di Manhattan, ama raccontare storie fin da quando aveva quattro anni.
Prima della collaborazione con Jay Asher ha scritto molti romanzi YA di successo.

"Gioco: i dieci diritti del lettore e nuovo premio per il blog"


Questo è un gioco ideato da Elisa del blog "Fiumi di parole" che consiste nel citare un libro che rispecchi ognuno di questi diritti.
Prima di iniziare chiedo scusa ad Elisa per averla fatta attendere così tanto.
E ora partiamo:

1 il diritto di non leggere
Penso che non leggerò mai i libri della serie "Sex and the city", perché non sono proprio il mio tipo.

2 il diritto di saltare le pagine
Non salto le pagine, perché anche se il libro è noioso, penso che poi tornerei indietro a leggere, perché magari mi perdo proprio le righe più interessanti...penso di averlo fatto solo a scuola, con i libri Il processo di Kafka e La lunga vita di Marianna Ucria.

3 il diritto di non finire un libro
Non ho finito di leggere Insciallah di Oriana Fallaci, perché anche se era un libro molto bello, non sono riuscita a finirlo, visto il tema che riguardava la guerra con tutte le sue conseguenze; ed un altro libro è L'acchiappasogni di Stephen King, perché dopo poche pagine avevo già una fifa...

4 il diritto di rileggere
mmmm...penso di non aver mai riletto uno dei miei libri, ma casomai gli ho ripresi in mano per rileggere qualche citazione.

5 il diritto di leggere qualsiasi cosa
nel mio caso è proprio così: se la trama di un libro mi attrae, non m' interessa il genere...penso che sia bello lasciar spaziare la mente su argomenti diversi.

Il diritto al bovarismo (per chi non lo sapesse, il bovarismo è l'arte di emozionarsi follemente, come quando la trama o i personaggi di un libro ti acciuffano per la gola e ti ordinano di continuare a leggerli)
Penso che sia bellissimo quando un libro riesce a farti questo effetto :)
A me è successo (e so già che qualcuno storcerà il naso) con la saga di Stephenie Meyer.

7 il diritto di leggere ovunque
ho letto a casa, in tutte le stanze e a scuola "Il codice da Vinci" di Dan Brown

8 il diritto di spizzicare
il libro che spizzico è 101 cose da fare a Firenze almeno una volta nella vita: lo prendo, lo lascio, cerco un punto particolare, lo sfoglio...

9 il diritto di leggere ad alta voce
Leggo ad alta voce solo i libri che decido di leggere insieme a mia sorella, dove in questo caso leggiamo un capitolo ciascuno, e recentemente è successo con Cenerontola di Davide Nonino.

10 Il diritto di tacere (in senso positivo e/o negativo).
In senso positivo ho deciso di tacere sul libro "La biblioteca dei morti": non so, mi è piaciuto davvero molto, ma non riesco a parlarne; ma anche del libro "Lettera a un bambino mai nato" di Oriana Fallaci non riuscirei a scrivere e a trovare le parole adatte...penso solo che vada letto.

Il gioco è finito e se è piaciuto anche a voi, partecipate sul vostro blog o commentate qua sotto o sotto al  post di Elisa: è un modo come un altro per farci conoscere meglio :)

Mentre passando al premio, vorrei ringraziare Lorenza Marabelli del blog "I Libri di Lo": grazie, grazie :)


Le regole di questo premio sono:
1- Elencare 3 mestieri che vorresti fare o che avresti voluto

2- Scrivere il nome di una canzone che ti piace particolarmente

3- Affidare il Premio a 12 Blog 

1- Da piccola avrei voluto fare la veterinaria o la postina, mentre ora vorrei fare, se non riesco a diventare psicologa, la commessa di una libreria, che poi potrebbe diventare però libraia ;)

2- Una canzone che mi piace particolarmente è: Fight for you di Jason Derulo.

3- Affido il premio a tutti i blog che seguo :)

Un bacio a tutti!!




lunedì 2 luglio 2012

"Ritratto di signora" #10


Buongiorno lettori :)
Eccoci alla nostra rubrica "Ritratto di signora", che questo mese va in vacanza, ma non vi preoccupate perché a Settembre ritorneremo di nuovo :)
Abbiamo pensato così di salutarvi con una poesia di Edoardo Sanguineti: "La ballata delle donne".

Quando ci penso, che il tempo è passato,

le vecchie madri che ci hanno portato,
poi le ragazze, che furono amore,
e poi le mogli e le figlie e le nuore,
femmina penso, se penso una gioia:
pensarci il maschio, ci penso la noia.

Quando ci penso, che il tempo è venuto,
la partigiana che qui ha combattuto,
quella colpita, ferita una volta,
e quella morta, che abbiamo sepolta,
femmina penso, se penso la pace:
pensarci il maschio, pensare non piace.

Quando ci penso, che il tempo ritorna,
che arriva il giorno che il giorno raggiorna,
penso che è culla una pancia di donna,
e casa è pancia che tiene una gonna,
e pancia è cassa, che viene al finire,
che arriva il giorno che si va a dormire.

Perché la donna non è cielo, è terra
carne di terra che non vuole guerra:
è questa terra, che io fui seminato,
vita ho vissuto che dentro ho piantato,
qui cerco il caldo che il cuore ci sente,
la lunga notte che divento niente.

Femmina penso, se penso l'umano
la mia compagna, ti prendo per mano.


Un bacione a tutti!
Ci rivediamo a settembre
Clara, Fede, Franci, Mik, Miki e Monica