martedì 21 febbraio 2017

"Firenze libro Aperto 2017"


Buon martedì lettori,
oggi voglio condividere con voi la mia mattinata passata all'evento "Firenze libro Aperto" che si è tenuto dal 17 al 19 febbraio alla Fortezza da Basso.

Appena ho saputo che anche Firenze avrebbe avuto un Salone del libro sono scoppiata dalla gioia, perché finalmente piccole e grandi case editrici sarebbero venute anche nella mia città 😊

Venerdì 17 al colmo della gioia ho varcato la soglia della Fortezza con la mia migliore amica, nonché blogger di "viaggio nel regno della fantasia".




Creazioni a tema libresco






La maggior parte degli stand erano di piccole case editrici che non conoscevo ma che ho scoperto con molto piacere tipo la casa editrice Bakemono lab che offre libri per grandi e piccini con cover molto interessanti o stand con fumetti bellissimi.


Erano presenti però anche CE come Safarà e Bookeco e grandi case editrici come Giunti, Bompiani, Newton Compton, ecc.

 

E' stato bello vedere scolaresche di ragazzi girare tra gli stand entusiasti alla ricerca di un libro e dei bimbi nell'area piccoli troppo belli da vedere, ognuno con un palloncino colorato in mano.

Il programma era piuttosto ricco: scrittori famosi, illustratori, disegnatori, incontri, laboratori e concerti serali (perché il festival era aperto fino alle 2 di notte) di cantanti come Morgan e Dolcenera.

La cosa che mi è piaciuta di più è stata la gentilezza e la disponibilità di editori, autori e addetti ai lavori. Tutti erano pronti a descriverci i propri libri o a fare due chiacchiere.
Io e la mia amica abbiamo avuto il piacere di conoscere anche l'autrice Cristina Lattaro, una persona alla mano, simpaticissima, che ha voluto anche fare una foto con noi.

 
Esperienza positiva per me anche se spero di trovare il prossimo anno molti più editori ed eventi e magari una mappa da dare con tutti gli stand e persone a cui poter chiedere informazioni, visto che non era semplice trovare un editore preciso.

Ecco il mio bottino 😊


Voi siete andati?

martedì 14 febbraio 2017

"Franci Bla bla" #2


Vi chiedo scusa se non pubblico più di tanto in questo periodo ma tra impegni e occhi che bruciano non riesco a leggere e stare al pc quanto vorrei 😓
Oggi però, visto che gli occhi ancora non mi danno problemi, ne approfitto per fare due chiacchiere con voi, nello specifico vorrei parlarvi di quando aspetto il corriere per capire se anche voi fate così o se solo io divento una specie di stalker😜

Quando so che deve arrivare un libro 
  • presentabile: cerco di non farmi trovare in tenuta casalinga ma di essere almeno decente
  • orecchie drizzate: se devo lavarmi i capelli o passare l'aspirapolvere cerco di fare il più veloce possibile e sto attenta ad ogni suono
  • incollata alla finestra: appena arriva l'orario in cui dovrebbe passare e sento un rumore riconducibile al suo furgoncino mi appiccico alla finestra e controllo. Nel caso fosse davvero lui controllo ogni sua mossa, la direzione che prende quando scende dal furgoncino e la grandezza dei pacchetti. Se poi non ha il mio libro passo i successivi 5 minuti parecchio nervosa
  • domande: se il libro tarda ad arrivare e so che lo stesso libro deve arrivare anche ad un'amica chiedo se a lei è già arrivato. In caso negativo mi tranquilizzo pensando che ho ancora qualche speranza, in caso affermativo comincio a pensarle tutte: il mio si è perso? arriverà per posta? non è ancora stato inviato?
 Insomma quando deve arrivare un libro non mi do pace 😱

Quando arriva il libro 
 (Ecco cosa succede tutte le volte)
  • Il corriere suona quando sono ancora in pigiama
  • Quando ho lo shampoo sui capelli e quindi non posso andare ad aprire
  • Quando ancora sono a letto e quindi apro con gli occhi ancora semichiusi e in uno stato indecente (tipo con i capelli sparati e pigiama con l'orso peloso)
  • Quando sono malata
  • Quando sono in bagno per altri motivi... e quindi non posso aprire
  • Quando esco di casa per commissioni
Questo capita 9 volte su 10 😑

Fatemi sapere se anche voi fate così (almeno capisco di non essere sola) e se anche a voi suonano sempre nei momenti sbagliati😅


mercoledì 8 febbraio 2017

Recensione "L'ombra del vento" di Carlos Ruiz Zafon


Titolo: "L'ombra del vento"
Autore: Carlos Ruiz Zafon
Casa editrice: Mondadori
Pagine: 420
Prezzo: 12,50
Clicca qui per acquistare L'ombra del vento
TRAMA 
Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, nel cuore della città vecchia di Barcellona al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo in cui migliaia di libri di cui il tempo ha cancellato il ricordo, vengono sottratti all'oblio. Qui Daniel entra in possesso del libro "maledetto" che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un labirinto di intrighi legati alla figura del suo autore e da tempo sepolti nell'anima oscura della città. Un romanzo in cui i bagliori di un passato inquietante si riverberano sul presente del giovane protagonista, in una Barcellona dalla duplice identità: quella ricca ed elegante degli ultimi splendori del Modernismo e quella cupa del dopoguerra.

RECENSIONE 
Tutto inizia nel Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo dove i libri aspettano di vivere un'altra vita. E' qui che Daniel trova L'ombra del vento dello scrittore Julian Carax, libro da cui comincerà tutto.
Essendosi appassionato alla storia, Daniel decide di andare sulle tracce di altri libri dell'autore ma così si immischia in una triste e pericolosa vicenda che lo porterà a scoprire le origini di Julian e le persone che lo hanno conosciuto. Conoscerà le loro vite solitarie e tassello dopo tassello arriverà a scoprire la verità su Carax e svelerà anche chi si cela dietro la figura che si nasconde dalla gente cercando tutti i romanzi dello scrittore per cancellare ogni traccia della sua esistenza, che si fa chiamare come il personaggio del diavolo ne L'ombra del vento. Questa figura durante la lettura assumerà l'identità di varie persone fino a che il lettore non troverà il viso che combacia.
Abbiamo quindi due storie che si intrecciano, quella di Daniel e Julian sullo sfondo di una Barcellona del presente e del passato.
Vediamo il protagonista Daniel crescere, amare così tanto un libro da voler leggere ogni storia dello scrittore, come capita spesso anche a noi lettori, cominciare a rispondere al padre negli anni dell'adolescenza, avere la prima cotta, scoprire il vero amore e diventare un uomo. Allo stesso tempo leggiamo la storia di Julian che assomiglia molto per certi aspetti a quella del protagonista. Anche Julian era buono come Daniel ma poi la vita gli ha messo il cuore in una cella facendo uscire solo la rabbia. Entrambi vivranno un amore travagliato.
L'autore ha inserito dei personaggi che sono riusciti a catturare la mia attenzione a partire da Daniel e suo padre, dei pezzi di pane dal cuore grande, cuore che si riempirà di cicatrici; Fermin che avrà una seconda chance grazie a loro, che è un uomo dalla lingua sciolta, saggio, colto, amante del gentilsesso e segnato da profonde cicatrici causate dal commissario Fumero, il cattivo in persona, uno psicopatico assetato di sangue che ho odiato; Julian, dalla fervida immaginazione dark che a differenza di Daniel ha avuto un padre che l'ha sempre considerato un buono a nulla e poi tutti gli altri personaggi che non vi voglio svelare che faranno battere il cuore a Daniel o Julian, che li aiuteranno o li volteranno le spalle.
Il personaggio a cui mi sono affezionata di più è Fermin, un pozzo di conoscenza, furbo, capace di farla sotto al naso alle persone, ottimista, amante della vita, dei piaceri della mente e del corpo. Uno stecchino che non si spezza, diretto e vero amico. Grazie a lui ho sorriso molto spesso durante la storia, un personaggio fondamentale per la ricerca di Daniel ma anche per il ritmo della storia.
Questa è una storia di amicizia, quella tra Fermin e Daniel e Julian e Miguel, amici che non voltano le spalle se hai bisogno, che lottano con te, che vogliono veder realizzati i tuoi sogni e vederti felice e che diventano tristi e si sentono soli se sei distante.
E' una storia di gelosia, quella di Fumero nei confronti di Julian, che acceca e che non fa ragionare ma anche d'amore, di riscatto, di bontà e solitudine, perché c'è chi vive nel passato, chi avrebbe bisogno di un amico o di essere ascoltato e chi ha perso tutto ciò che contava.
E' un romanzo a tratti anche inquietante per la presenza di una villa che sembra essere sotto una maledizione in cui è stato versato parecchio sangue, un luogo freddo e oscuro in cui forse aleggia un fantasma e in cui passeranno anche i protagonisti.
L'ho finito in un batter d'occhio perché ogni pagina mi ha tenuta incollata e mi ha emozionato.




L'AUTORE 
Carlos Ruiz Zafón è uno degli scrittori più conosciuti nel panorama della letteratura internazionale dei nostri giorni e l'autore spagnolo più letto in tutto il mondo dopo Cervantes. Le sue opere sono state tradotte in più di cinquanta lingue. Ha cominciato la sua carriera nel 1993 con un libro per ragazzi, Il Principe della Nebbia, che, insieme al Palazzo della Mezzanotte e alle Luci di settembre, forma la "Trilogia della Nebbia". A questa serie è seguito poi Marina. Nel 2001 ha pubblicato L'ombra del vento (Mondadori, 2004), il primo romanzo della saga del Cimitero dei Libri Dimenticati, che comprende Il gioco dell'angelo, Il Prigioniero del Cielo e Il Labirinto degli Spiriti: un universo letterario che si è trasformato in uno dei più grandi fenomeni editoriali dei cinque continenti. I suoi romanzi, in Italia, sono tutti pubblicati da Mondadori.




   

lunedì 30 gennaio 2017

Recensione "Jack è uscito dal gruppo" di Alessio Bernabei


Titolo: "Jack è uscito dal gruppo"
Autore: Alessio Bernabei
Casa editrice: Rizzoli
Pagine: 180
Prezzo: 15,90 - ebook: 8,99
Dalla Banda di Tarquinia ai Dear Jack, dall’uscita dal gruppo al sole della California: quello di Alessio Bernabei è un sogno che si avvera. Anzi, più sogni. Una strada fatta di alti e bassi, di successi e soprattutto di musica. Quella che scalda il cuore, incendia l’animo dei suoi fan e riempie queste pagine accompagnando foto e memorabilia, backstage e curiosità. Un libro ricco e sincero, in cui Alessio condivide ricordi, desideri e paure, in una parola sola: la sua storia straordinaria.  

RECENSIONE 
Il cantante Alessio Bernabei si racconta ai propri fan e come se salisse sulla DeLorean di Ritorno al futuro ritorna a quando era bambino, ai cartoni Disney con cui sognava e si innamorava, alla gita in terza media dove il compagno che gli aveva rubato la piazza con le ragazzine gli fa ascoltare i gruppi punk rock facendogli capire di voler metter su una band, gruppo che prenderà il nome di Take Off, le prime esibizioni tra alti e bassi, le ragazze, la scelta del suo futuro, l'evoluzione nella musica, i litigi con gli amici, il periodo buio, la nascita dei Dear Jack, l'esperienza di Amici che sarà terapeutica, Sanremo, l'uscita dalla band fino a tornare ai giorni nostri con il nuovo inizio da solista pieno di paure che lo sta portando invece a veder realizzati tanti dei suoi sogni.
In questo libro si apre completamente e leggendo le sue parole ho avuto la conferma di quanto sia un ragazzo semplice, dal cuore grande, alla mano, genuino, che tiene stretto il bambino che ha dentro e che non smette mai di sognare sulla sua nuvoletta
Alessio non ci fa conoscere solo la sua storia attraverso parole cariche di emozioni ma ce la fa anche vedere attraverso tante foto: lui da piccolo, insieme alla famiglia a cui è tanto legato e agli amici, i suoi cambi di look negli anni, i tatuaggi, le chitarre, gli oggetti di Jack Skeletron, l'esperienza nella tanto sognata America per doppiare Trolls e tanti altri momenti.
Mentre scorrono i racconti emerge l'immagine di un ragazzo con la musica nel DNA, un mondo che è come una medicina per lui, che crede nei propri sogni e non si arrende.
Alcuni episodi mi hanno fatto sorridere e in tante cose mi sono ritrovata.
Consiglio questo libro a tutte le seguaci e a chi vuole conoscere ogni sfumatura di questo cantante.

L'AUTORE




Alessio Bernabei (Tarquinia, 1992) studia musica sin da ragazzino. Nel 2012 fonda i Dear Jack, gruppo con il quale, l’anno seguente, partecipa ad “Amici” arrivando secondo. Con i loro due album, il gruppo vende centinaia di migliaia di copie, facendo sold out al Forum di Assago di Milano. A settembre del 2015, Alessio esce dal gruppo per intraprendere la carriera solista. Nel 2016 partecipa al Festival di Sanremo con il brano Noi Siamo Infinito che dà il titolo all’album con cui conquista il Disco d’Oro.  

 

venerdì 20 gennaio 2017

"Simona Diodovich, romanzi in libreria e in arrivo"

Buon venerdì lettori,
cosa state leggendo? Io sto concludendo "Il gioco dell'angelo", bello ma non come "L'ombra del vento".
Mentre mi ricarico un pochino con le hit del momento vi segnalo alcuni libri 😊
Partiamo con tre nuove storie dell'autrice Simona Diodovich, due racconti e un libro illustrato per bambini. Il primo racconto, scritto per beneficenza, parla di uno dei sei figli dei protagonisti della saga di Hampton, il secondo ci fa conoscere meglio alcuni dei personaggi della saga Deathless e l'ultimo è una storia d'avventura che parla di un bambino creativo e avventuroso e del suo pazzo amico. Continuamo poi con una commedia francese edita da Mondadori in cui la protagonista capirà che la felicità è nelle piccole cose, un thriller edito da Nord e concludiamo con una storia in vista della Giornata della Memoria.


Titolo: "Hampton's sons 1"
Autrice: Simona Diodovich
Editore: Self Publishing
Pagine: 53 
Prezzo ebook: 0,99
Clicca qui per acquistare Hampton's sons
TRAMA 
Rick Colin Sherman è una testa calda, e questo Tara l’ha sempre saputo. Le aveva promesso che mai avrebbe lasciato libera la sua aggressività dal momento in cui si fossero messi insieme. Finché, alla prima partita contro i Stone Bridge High School, Gavin Pierce non sfiora la sua guancia. Qualcosa scatta feroce in lui e inizia la zuffa pochi istanti prima del fischio d’inizio. Il risultato di quel disastro costerà a Rick ben più di un gioco, perché rischia la carriera e l’amore della sua Tara, fino al momento in cui zio Colin non lo scuote per bene.

Bentornati nel mondo di Hampton, primo racconto sui figli. 


Titolo: "Deathless - ricordi bruciati 1"
Autrice: Simona Diodovich
Editore: Self Publishing
Pagine: 52
Prezzo ebook: 0,99
Clicca qui per acquistare Ricordi bruciati (Deathless-racconti Vol. 1)
TRAMA 
Volete sapere com’è stato per Connor vivere all’inferno? O come attendeva la sua amata all’inizio della storia? Come hanno fatto Eben e Deirdre a riappacificarsi? Com’è stato il vero addio di Gaia a Carlie? Come si è dichiarato Alundra a Talita?

L’universo di Carlie contiene tanti personaggi, ognuno di loro ha un passato e un intreccio con altri protagonisti. In nessun caso nulla è lasciato allo sbando. Carlie è un universo talmente ricco di avvenimenti che, alcune cose, sono stata costretta a lasciarle indietro nella storia perché sarebbero state sacrificate. Questo mi ha portato ad accantonarle e, col tempo, è diventato ricco di avvenimenti bruciati. Saperli o meno, non cambia la storia in sé, ma vi aiuta a capire alcuni retroscena che sono importanti per il proseguo, sono come le decorazioni sulla torta elaborata.

Bentornati nel mondo di Deathless. 


Titolo: "Charlie Khell e il pacchetto dell'illusionista"
Autrice: Simona Diodovich
Editore: Self Publishing
Pagine: 134
Prezzo: 9,80
Età: 9/12 anni
Clicca qui per acquistare Il pacchetto dell'illusionista: Volume 1
TRAMA 

Ciao! Il mio nome è Charlie e da grande diventerò un grande illusionista in un circo tutto mio. Forse farò anche l’agente dell’FBI, magari anche l’attore. Sì, lo so, ho una fervida immaginazione. Ma chi dice che non è bello sognare? Per ora devo soltanto uscire da questa tragica situazione. Non so come, sono finito con l’esibirmi in un circo e qualcuno mi sta costringendo a dirgli dove tengo un famoso pacchetto. Peccato che io non sappia di cosa parli e sto sudando al solo pensiero di aver rovinato la mia prima uscita con Angelica. Aiuto! Non c’è un vero agente in giro, oggi?
Quello nella gabbia dei leoni è Thomas? E io come lo salvo, ora? Venite a vivere le mie avventure, non ve ne pentirete. Voi riderete, io un po’ meno. È una promessa.


 «La sua paura più grande è proprio lei. Se fosse mia
nipote, le direi che, se si sbarazza di quella paura,
non avrà più paura di nessuno. Nessuno la farà più
soffrire se lei crede in se stessa.»

Titolo: "Quando sarai più grande capirai"
Autrice: Virginie Grimaldi
Casa editrice: Mondadori
Pagine: 300
Prezzo: 19,00 - ebook: 9,99
In arrivo: 24 gennaio
Clicca qui per acquistare Quando sarai più grande capirai
TRAMA 
Julia ha trentadue anni e sta attraversando un momento molto difficile: il padre è morto da poco, e anche l'amatissima nonna se ne è andata. Lei non riesce a reagire: lascia Parigi e si prende una sorta di anno sabbatico, trasferendosi nel residence per anziani di Biarritz per lavorare come psicologa. Dopo poco tempo, Julia si ritrova perfettamente integrata in quella che si rivela essere una bizzarra comunità, un'oasi felice, un istituto "illuminato" che organizza per i suoi ospiti moltissime attività ricreative (tra cui un'ora quotidiana di telenovela, gite al mare e scambi generazionali attraverso l'incontro con bambini e adolescenti). Julia si accorge che i residenti hanno tante cose da insegnarle, forse molte di più di quelle che lei può dare a loro. È difficile immaginare che si possa superare la paura della morte in una clinica per anziani, eppure, dalle persone che la circondano, Julia sta imparando la resilienza: tutte hanno sofferto, tutte si sono rialzate senza perdere il sorriso. Nonni burloni ed energici e colleghe fantasiose dal cuore spezzato le insegnano che la felicità è nel presente, nelle piccole cose che si raccolgono lungo il percorso incidentato dell'esistenza, dove anche l'amore può inaspettatamente fare capolino da dietro l'angolo...

 
 
«L’isola di Alice ha la suspense di un thriller
e l’ampio respiro narrativo dei grandi romanzi.»
El Mundo

Titolo: "L'isola di Alice"
Autore: Daniel Sanchez Arévalo
Casa editrice: Nord
Pagine: 400
Prezzo: 17,60 - ebook: 9,99
Clicca qui per acquistare L'isola di Alice
TRAMA 

Un minuto dopo la mezzanotte, il mondo di Alice va in frantumi. Un attimo prima lei era a casa, serena, in attesa che Chris tornasse da Yale, dove si era recato per un importante incontro di lavoro. Un attimo dopo il telefono squilla e una voce gentile le annuncia che suo marito è morto in un incidente d'auto. E, all'improvviso, Alice si ritrova sola con una figlia di sei anni e un'altra in arrivo. A poco a poco, però, un'altra informazione si fa strada fra il dolore e lo sconcerto: quella voce gentile ha detto che la macchina di Chris non era nei pressi di Yale, bensì da tutt'altra parte, sulla strada che porta a Robin Island, un’isoletta vicino a Nantucket. Perché Chris le ha mentito? Cos'altro le ha tenuto nascosto? Possibile che il loro matrimonio fosse una menzogna? Alice ha bisogno di risposte e sa di poterle trovare solo su Robin Island. Quindi abbandona tutto, si trasferisce sull'isola e comincia a indagare. Ma ben presto si renderà conto che, in quella piccola comunità, tutti hanno dei segreti e che le bugie sono come massi che la stanno trascinando in un abisso di ambiguità e tradimenti. Un abisso in cui Alice rischia di annegare…


 Titolo: "Il fabbricante di giocattoli"
Autore: Liam Pieper
Editore: BOOKME
Pagine: 320
Prezzo: 14,90 - ebook: 7,99
Clicca qui per acquistare Il fabbricante di giocattoli
TRAMA 
“Lasciate che vi racconti una storia su mio nonno…”. È la frase con cui Adam Kulakov, proprietario di una grande fabbrica di giocattoli a Melbourne, in Australia, ama aprire i suoi discorsi ufficiali. E pazienza se il suo stile di vita di seduttore e bugiardo incallito non ricalca propriamente i valori incarnati dal nobile patriarca. Sì, perché suo nonno Arkady – eroe scampato ai campi di sterminio nazisti, fondatore dell’impresa di famiglia e colonna della società – ha davvero una storia eccezionale alle spalle: quella di un uomo che, sprofondato nel male più assoluto, scopre la sua vocazione costruendo piccoli, rudimentali giocattoli per i bambini di Auschwitz, e così facendo trova la forza per non soccombere. Ma nulla è come sembra in questo romanzo fitto di ombre e di colpi di scena. Sconvolgente, spietato, appassionante, Il fabbricante di giocattoli è la storia di un segreto inconfessabile. Capace di tracciare, in un vertiginoso gioco di rimandi tra passato e presente, un ritratto senza sconti delle ipocrisie, delle contraddizioni, delle calcolate amnesie così tipiche del nostro tempo.

Buona serata 💗 
 

mercoledì 18 gennaio 2017

"Aki il Bakeneko" - "Il diritto di contare"

Buongiorno lettori,
non vedo l'ora che sia domani per fiondarmi in libreria a comprare "L'esercito dei 14 bambini" edito dalla Newton Compton 😍
Chi lo sta aspettando oltre a me?
Oggi vi voglio segnalare due libri, il primo è il nuovo romanzo illustrato dell'autrice Stefania Siano, un fantasy orientale dalla cover carinissima, perché davanti spuntano le orecchie del demone-gatto mentre dietro, anche se qui non lo potete vedere, fa capolino la coda; l'altro romanzo invece è "Il diritto di contare" edito da HarperCollins Italia, la storia mai raccontata delle donne afroamericane che nel periodo della guerra fredda, sfidando razzismo e sessismo, hanno dato un contributo fondamentale ai successi del programma aerospaziale americano.


Titolo: "Aki il Bakeneko (vol.1)"
Autrice: Stefania Siano
Illustratrice: Paola Siano
Editore: Self Publishing
Pagine: 86
Prezzo: 8,84 - ebook: 1,49
Clicca qui per acquistare Aki il Bakeneko: Volume 1
TRAMA 
Aki è un bakeneko, un demone-gatto e si nutre di esseri umani, assumendone le sembianze.
Un giorno si ritrova nel corpo di un ragazzino di nome Hiroshi.
Trascinato suo malgrado nel mondo degli umani, Aki incontra un'amica di Hiroshi, la dolce e testarda Yoko, e per la prima volta assapora il calore di una famiglia e il valore dell'amicizia.
Ma quanto può durare?
In una Tokyo misteriosa, popolata di creature fantastiche e antichi misteri, Aki il Bakeneko si ritroverà a combattere per salvare una leggendaria pergamena, l'unico oggetto che può condurlo alla verità sull’oscura scomparsa di suo padre.

ESTRATTO 
“Esistono tantissimi tipi di yokai, alcuni talmente famosi da diventare protagonisti di romanzi, manga, film e poi ci sono quelli meno conosciuti, come me: un Bakeneko.
Mi chiamo Aki e mio padre mi ha insegnato tutto ciò che sapeva riguardo la nostra stirpe.
Ben poco a dire il vero.
Cos’è un Bakeneko?
Inizialmente è un gatto che può diventare uno yokai quando raggiunge una notevole età, ma ci sono molti misteri che avvolgono la figura demoniaca.
Qual è il nostro scopo?
Quello che fa un gatto normale: vivere come meglio preferisce con o senza gli umani. Anche se siamo dei felini, noi Bakeneko odiamo il cibo per gatti che risulta quasi tossico, ma amiamo la carne fresca, succulenta e soprattutto viva. Ebbene sì, mangiamo persone e per divertirci e avvicinare altre prede assumiamo le fattezze umane di colui che divoriamo.”

VOLEVANO CAMBIARE
LE LORO VITE…
E INVECE HANNO FATTO LA STORIA.

Titolo: "Il diritto di contare"
Autrice: Margot Lee Shetterly
Casa editrice: HarperCollins Italia
Pagine: 384
Prezzo: 18,00 - ebook: 9,99
In arrivo: 19 gennaio
Clicca qui per prenotare Il diritto di contare
TRAMA 
Se John Glenn ha orbitato intorno alla terra e Neil Armstrong è stato il primo uomo a camminare sulla luna, parte del merito va anche alle scienziate della NASA che negli anni Quaranta, armate di matita, regolo e addizionatrice, elaborarono i calcoli matematici che avrebbero permesso a razzi e astronauti di partire alla conquista dello spazio.
Tra loro c'era anche un gruppo di donne afroamericane di eccezionale talento, originariamente relegate a insegnare matematica nelle scuole pubbliche "per neri" del profondo Sud degli Stati Uniti.
Dorothy Vaughan, Mary Jackson, Katherine Johnson e Christine Darden furono chiamate in servizio durante la seconda guerra mondiale a causa della carenza di personale maschile, quando l'industria aeronautica americana aveva un disperato bisogno di esperti con le giuste competenze. Tutto a un tratto a queste brillanti matematiche e fisiche si presentava l'occasione di ottenere un lavoro all'altezza della loro preparazione, una chiamata a cui risposero lasciando le proprie vite per trasferirsi a Hampton, in Virginia, ed entrare nell'affascinante mondo del Langley Memorial Aeronautical Laboratory. E il loro contributo, benché le leggi sulla segregazione razziale imponessero loro di non mescolarsi alle colleghe bianche, si rivelò determinante per raggiungere l'obiettivo a cui l'America aspirava: battere l'Unione Sovietica nella corsa allo spazio e riportare una vittoria decisiva nella guerra fredda.
Sullo sfondo della seconda guerra mondiale, della lotta per i diritti civili e della corsa allo spazio, Il diritto di contare segue la carriera di queste quattro donne per quasi trent'anni, durante i quali hanno affrontato sfide, forgiato alleanze e cambiato, insieme alle proprie esistenze, anche il futuro del loro Paese.



lunedì 16 gennaio 2017

Recensione "La profezia di mezzanotte" di Irena Brignull


Titolo: "La profezia di mezzanotte"

Autrice: Irena Brignull

Casa editrice: De Agostini

Pagine: 480

Prezzo: 14,90 - ebook: 6,99
Clicca qui per acquistare La profezia di mezzanotte
TRAMA 
Per quattordici, lunghi anni Poppy Hopper ha cercato di ingannare tutti, persino se stessa. Ha finto di essere una ragazza come tante, mentre i gatti la seguivano ovunque, i ragni tessevano tele complicate intorno a lei e gli elementi della natura sembravano rispondere al suo volere. Anche Ember Hawkweed ha sempre fatto di tutto pur di sentirsi normale: una normalissima strega come le altre. Ma se le sue amiche eccellevano nelle arti magiche, creando pozioni e incantesimi, lei riusciva solo a preparare unguenti e bolle di sapone. Quando Poppy ed Ember si incontrano, però, le cose cambiano. Le due ragazze capiscono subito di essere più simili di quanto avrebbero mai potuto immaginare. Entrambe sanno di non appartenere al mondo in cui vivono, ed entrambe vogliono scoprire la verità. Chi sono realmente? Quale legame misterioso le unisce? Insieme, Poppy ed Ember sono pronte a qualsiasi cosa pur di trovare le risposte che cercano. Anche ad affrontare una pericolosa profezia che affonda le radici nella notte dei tempi.

RECENSIONE 
La profezia di mezzanotte è una fiaba moderna scritta in modo sublime.
In molte storie è presente un personaggio disposto a tutto pur di ottenere il potere e questa è una di quelle. La strega Raven in nome di una profezia raccontatale da piccola decide di scambiare, al momento della nascita, la figlia della sorella con una comune malerba, cioè una comune umana.
Poppy cresce così in un ambiente normale mentre Ember in una roulette nella foresta insieme a una congrega di streghe.
Poppy, capelli corti scuri e occhi di colore diverso, è chiusa, non ha un vero rapporto con il padre, non ha mai conosciuto il calore di una madre, perché ella non l'ha mai considerata sua figlia tanto che per provarlo è finita in manicomio e non ha amici, perché in ogni scuola che va prima o poi intorno a lei accadono strani eventi che la portano ad essere vista come la strana e ad essere presa in giro.
Ember invece, capelli lunghi e biondi, è una ragazza che mostra le proprie emozioni, è limpida e sensibile, non ha mai conosciuto suo padre ed è soggetta alle cattiverie della cugina, papabile futura regina, perché non riesce nemmeno a fare un incantesimo e al contrario di Poppy l'unica persona su cui può contare è la madre.
Le due ragazze accomunate dalla solitudine, quando si incontreranno per caso o per destino diventeranno subito amiche, impareranno a conoscere i rispettivi mondi attraverso oggetti e usanze e desidereranno essere l'una al posto dell'altra.
In questa storia non ci sarà solo l'amicizia ma anche l'amore che arriverà con Leo, un ragazzo che ha sofferto tanto, che vive per strada e che nel momento in cui vedrà Poppy capirà che la sua vita è intrecciata a quella di lei... peccato che la loro unione sarà ostacolata in ogni modo.
L'autrice descrive ogni elemento in maniera magistrale, mette al primo posto le emozioni provate dai personaggi e fa vivere momenti magici con incantesimi scritti, trasformazioni, strani avvenimenti e una grande battaglia tra streghe.
Mi è piaciuto che la storia fosse ambientata in due ambienti così distinti, città e natura, e che venissero mostrati attraverso gli occhi di chi vede tutto per la prima volta in modo da esaltare la bellezza di entrambi.
Mi sono affezionata ad ogni personaggio e ognuno di loro mi ha fatto arrabbiare, anche se ovviamente alcuni lo hanno fatto più di altri come Raven e sua figlia ma se ho potuto legarmi anche a loro due è perché l'autrice mostra il lato umano anche dei personaggi più cattivi.
Non so se ci sarà un seguito ma spero proprio di sì.



L'AUTRICE
Irena Brignull è di origini greche, ma vive con la sua famiglia a Londra. Ha studiato Letteratura inglese alla Oxford University. È stata la sceneggiatrice di molti film di successo, tra cui Boxtrolls, Il Piccolo Principe e Shakespeare in Love. Nel suo tempo libero ama leggere e guardare film. La Profezia di Mezzanotte è il suo primo, straordinario romanzo.


Scusate per gli spazi nei dati del libro :(